Forqueray Unchained

Info Spettacolo

giovedì, 16 Febbraio 2023 H 20:00
Spazio S. Pietro in Monastero

Programma evento

Il concerto presenta l’album di esordio del giovane violista da gamba André Lislevand incentrato sul grande repertorio violistico di Antoine Forqueray.
Forqueray Scatenato: quest’ultima parola potrebbe evocare disordine, avere un significato negativo ma invece descrive con precisione i diversi aspetti della musica di Forqueray, la dualità di stile che contraddistingue la musica nella Francia del Re Sole che è francese, ma anche fortemente influenzata dallo stile italiano, uno stile libero, personale, senza catene.
Uno stile intrigante pensando soprattutto alla natura diversa delle due culture: dove l’italiano splende con il virtuosismo, la forza e l’estroversione, il francese coltiva la magia del suono, i colori e la perfezione formale della musica.
La musica di Forqueray è incastonata in delle Suite Mosaïque, composta da brani di diversi autori coevi: Marin Marais e Robert de Visee.

Artisti e Compagnia

André Lislevand, viola da gamba

André Lislevand nasce a Verona nel 1993. Figlio d'arte, per tutta l'infanzia la musica assume una posizione significativa per la sua cultura e crescita.
All'età di 11 anni inizia lo studio della viola da gamba con il M° Alberto Rasi presso il Conservatorio E.F. Dall'Abaco di Verona, dove ha l'occasione di scoprire il repertorio per la viola da gamba e all'età di 16 anni inizia a collaborare con diversi gruppi di fama europea, esibendosi in Festival e concerti in Europa.
Tra i più significativi e conosciuti ricordiamo la partecipazione all'Orchestra Barocca di Villa Contarini, diretta da Roy Goodman e Alfredo Bernardini, l'Orchestra Barocca di Verona diretta da Alberto Rasi e Trondheim Barokk,diretta da Sigiswald Kuijken.
Assieme alle diverse partecipazioni e concerti, decide di frequentare diverse Masterclass con i più importanti violisti quali Jordi Savall, Paolo Pandolfo, Philippe Pierlot, Lorenz Duftschmid e Guido Balestracci, esperienze che segneranno una svolta significativa e una presa di coscienza dello strumento, oltre che alla conoscenza del suo futuro successivo Maestro.
Nel 2013 inizia a studiare con il M° Paolo Pandolfo alla Schola Cantorum Basiliensis. In questi anni approfondisce la tecnica dello strumento abbinato ad un intenso studio personale e dando sempre più importanza e spazio alle esibizioni e concerti. Sono gli anni in cui si esibisce con La Cetra Barockorchester, Tonhalle Orchester Zurich, Münchner Philarmoniker, The Norwegian Soloist Choir, Trondheim Barokk, Concerto Romano, Armonico Tributo Consort, sotto la direzione di personalità artistiche quali Andrea Marcon, Paul Mccreesh, Jörg-Andreas Bötticher, Lorenz Duftschmid, Emma Kirkby, Jakob Lindberg, Marco Ambrosini, Atle Sponberg, Gjermund Larsen, Anton Steck, Martin Gester, Jan Van Elsacker, Grete Pedersen, Alessandro Quarta.
Tra i maggiori Festival e sale da concerto ricordiamo Utrecht Oude Muziek Festival, Menuhin Festival Gstaad, Gasteig München Philarmonie, Salzburg Festspiele, Tonhalle Zurich, Göttingen Händel-Festspiele, Styriarte Festspiele, Festival Ambronay, Festtage Alte Musik Basel, Oslo Chamber Music Festival, Wunderkammer Festival Trieste, Muziekgebouw Amsterdam, Trondheim Barokkfest, Automne Musical de Spa, Festival Printemps des Arts di Montecarlo.
Sempre dal 2013 partecipa periodicamente al Kammermusikkfestival di Oslo, invitato dal noto violista norvegese Arve Tellefsen; oltre alle attività di solista e partecipazioni a questi importanti eventi, ha un duo con il liutista Jadran Duncumb e un trio con la cembalista Paola Erdas.
Nel 2017 è stato ammesso al Post-Graduate nella classe del M° Vittorio Ghielmi all'Università Mozarteum di Salisburgo, con cui ha l’occasione di collaborare durante il periodo di studio.

Jadran Duncumb, chitarra

Jadran Duncumb è un liutista e chitarrista anglo/croato/norvegese.
Fu il primo chitarrista in vent’anni ad essere ammesso alla Barratt-Due Music Institute di Oslo dove ha studiato per sette anni sotto la guida di Vegard Lund.
Nel 2008 fu finalista al BBC Young Musician of the Year e all’equivalente canale norvegese NRK, che gli diede l’opportunità di esibirsi in tutta Europa sia in veste da solista che solista in orchestra, tra le quali Norwegian State Radio Orchestra, London Mozart Players e BBC National Orchestra of Wales, con la cui ultima venne registrata dalla BBC Radio un recital alla Wigmore Hall.
Jadran inizia a esplorare il mondo della musica antica durante i suoi anni di studio al Royal College of Music di Londra sotto la guida di Jakob Lindberg, affiancando un’intensa attività da continuista con molti gruppi importanti quali English Baroque Soloists at the BBC Proms, Ensemble Diderot (Francia), I Fagiolini (UK), La Cetra (Svizzera) e Barokkanerne (Norvegia).
Jadran si esibisce in formazioni da camera con importanti musicisti quali Rolf Lislevand, Mario Brunello e Giuliano Carmignola e Maurice Steger.
Il duo Repicco, formato insieme alla violinista Kinga Ujszàszi, viene selezionato al EEEmerging Artists Programme del Festival di Ambronay, vincendo il premio del pubblico nel 2017 con il programma Assassini, Assassinati, da cui otterrà la possibilità di esibirsi in tutti i festival europei, e inoltre diversi inviti in veste da “Coucher" alla Ambronay Baroque Academy.
Si esibisce regolarmente col violinista Johannes Pramsohler su un progetto della musica di J. S. Bach e S. L. Weiss, da cui uscirà prossimamente una registrazione discografica. Con l’Ensemble Diderot ha registrato nel 2015 la prima edizione dei concerti di Montanari per la Audax Records.
Altre collaborazioni stabili vedono quella del violista da gamba André Lislevand, col cembalista e baritono Iason Marmaras, la violinista Maria Ines Zanovello, il soprano Elizabeth Dobbin e il suo gruppo Le Jardin Secret, con il quale esce nel 2016 un CD di Airs de Court di Bousset.
Nel 2017 esce il suo primo CD solistico sulle sonate per liuto barocco di Weiss e Hasse per la Audax Records. Nel 2015 vince il primo premio al concorso liutistico internazionale "Maurizio Pratola" (presidente della giuria Paul O’Dette) e nello stesso anno ottiene la Laurea Magistrale con Menzione Speciale alla Musichochschule di Trossingen, Germania, dove ha studiato con Rolf Lislevand.
Quando Jadran non studia, accorda o si esibisce in concerti con strumenti a pizzico, si diletta a suonare la viola da gamba, su vari livelli di successo, e a giocare a calcio, con nessun successo*.

* eccetto al torneo interno Hochshule für Musik Indoor Football Tournament 2013 a Trossingen

Paola Erdas, clavicembalo

Nata in Sardegna, Paola Erdas inizia a interessarsi prestissimo al clavicembalo, affascinata dal repertorio antico ma anche dalla meravigliosa sensazione che suonare la “tastiera pizzicata” dava alla sue mani e al suo cuore. Si forma con Diana Petech che la porta al diploma conseguito a Venezia e poi, una borsa di studio le permette di perfezionarsi per quattro anni nella classe di Kenneth Gilbert al Mozarteum di Salisburgo. Sono anni in cui l’amore per lo strumento e per la ricerca musicologica si sviluppano sempre più, e Paola trova una strada per un approccio musicale in cui la curiosità della ricerca non si disgiunge mai dall’esecuzione pratica, viva e passionale.
Nel 1996, assieme al virtuoso di flauto Lorenzo Cavasanti, fonda lo JANAS ensemble. A capo del gruppo, che viene presto allargato ad una formazione multistrumentale, Paola propone al pubblico spettacoli creati pensando a una ricostruzione storica nel senso più ampio del termine.
Particolarmente interessata alle origini del repertorio cembalistico, Paola supporta la sua attività di esecutrice con approfonditi studi musicologici pubblicando per la casa editrice Ut Orpheus (Perrine, Pieces de Luth en Musique; Lebegue, Premiere Livre).
I suoi CD solistici (Perrine, Libro de Cifra Nueva, Il Cembalo Intorno a Gesualdo, Pièces de Clavecin de Lebegue, Pieces en Manuscrits de D’Anglebert) hanno sempre ricevuto ampi consensi dalla critica internazionale e sono stati registrati su preziosi strumenti storici per meglio avvicinarsi all’ideale sonoro che fa di Paola una cembalista di particolare raffinatezza.
Nel 2010, anno del cinquecentenario dalla nascita di Antonio de Cabezon, Paola Erdas esce con due produzioni dedicate al genio spagnolo: il CD La Tecla de l’Alma (Arcana) e il primo volume dell’integrale delle Obras de Musica per la Ut Orpheus.
Dal 2006 Paola collabora con Rolf Lislevand approfondendo il repertorio per liuto e cembalo.
Dal 2008, con Shyamal Maitra, esplora le possibilità timbriche del clavicembalo e dei tabla nei progetto “A Night in Goa” e “Musa Indiana”, focalizzato sulla musica indiana e iberica.
Del 2014 è lo spettacolo “Su Cantu in sas Laras”, creato da Sergio Ladu, incentrato sulla musica sarda, in cui Paola si produce in veste di attrice e autrice di testi oltre che musicista.
Dal 2015 inizia una collaborazione con la specialista di musica medievale Claudia Caffagni con uno spettacolo dedicato alla figura della scrittrice Cristina da Pizzano.
Nel 2017 è prevista l’uscita di un nuovo CD con l’ensemble Demesure (J.de Banes Gardonne; A.Guerrero; F.Pavan; P.Erdas) su cantate inedite di Giacomo Caresana.
Paola è professoressa di Clavicembalo nei Conservatori di Messina e Trieste.

Info e Biglietteria

Abbonamenti e biglietti in vendita da settembre

giovedì, 16 Febbraio 2023 H 20:00giovedì, 16 Febbraio 2023 H 20:00giovedì, 16 Febbraio 2023 H 20:00

Prossimi Eventi

Tutto
Danza
Per le Famiglie
Jazz
domenica
22
Gen 2023
H 17:00
Il piccolo spazzacamino

Un allestimento del Teatro Comunale di Modena fra i più coinvolgenti per i bambini e i ragazzi.

venerdì
27
Gen 2023
H 20:00
Quartetto per la fine del tempo

Il Nuovo Balletto di Toscana al Teatro Ristori in occasione del Giorno della Memoria.

sabato
04
Feb 2023
H 20:00
Calling Bach

Una nuova produzione MM Contemporary Dance Company per il Teatro Ristori con musica dal vivo.

domenica
05
Feb 2023
H 17:00
Il libro di tutte le cose

Uno spettacolo per un piccolo grande romanzo di formazione.

Acquista l’Abbonamento

Biglietteria del Teatro

Via Teatro Ristori, 7
37122 Verona VR
+39 045 693 0001
[email protected]
Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00
e dalle 16:00 alle 19:00

BoxOffice

Via Pallone, 16
37121 Verona VR
+39 045 8011154
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00
Sabato dalle 9.30 alle 12.30

Per le Aziende

Affitta il Teatro Ristori per i tuoi eventi
Diventa Sponsor e assicurati una poltrona per ogni spettacolo

Ricevi gli aggiornamenti e le promozioni
del Teatro Ristori

  • Stagioni
  • Per Aziende
  • Box Office
  • X