Gennaio, 2022

28Gen(Gen 28)20:00VISION STRING QUARTETmusiche di M. Ravel, Vision String Quartet20:00 Genere:Concertistica,Stagione 2021-2022ACQUISTA ONLINE

Ora

(Venerdì) 20:00

Dettagli

 

VISION STRING QUARTET

Florian Willeitner violino
Daniel Stoll 
violino
Sander Stuart 
viola
Leonard Disselhorst 
violoncello

 

Maurice Ravel: Quartetto per archi in Fa maggiore

Spectrum
VISION STRING QUARTET 

 

«fantasticamente vivaci, energici ed elettrizzanti…
questi appassionati ragazzi del vision string quartet sembrano non aver paura di niente»
(Der Tagesspiegel 15 giugno 2016)

Fondato nel 2012, il VISION STRING QUARTET si è affermato come uno dei più raffinati quartetti d’archi della sua generazione. Dotati di singolare versatilità che si concentra sul repertorio quartettistico classico affiancato a proprie composizioni e arrangiamenti di altri generi, i quattro giovani musicisti mirano a presentare la formazione del quartetto in una prospettiva diversa e molto speciale. La caratteristica di suonare a memoria e in piedi conferisce una dinamica più libera e intima alle esecuzioni ed è largamente apprezzata da pubblico e critica.

Il 2016 è stato un anno di grandi traguardi per il vision string quartet che ha vinto il primo premio e tutti i premi speciali sia al Concorso Felix Mendelssohn Bartholdy di Berlino sia al Concorso Internazionale di Ginevra. Alla fine del 2016 l’ensemble ha ricevuto il prestigioso Würth Prize e il premio del pubblico al Mecklenburg-Vorpommern Festival. Nel 2018 ricevono il prestigioso premio per la musica da camera della Fondazione Jürgen Ponto.

Il Quartetto sperimenta format innovativi che ha portato nelle principali sale da concerto quali Gewandhaus a Lipsia, Tonhalle a Düsseldorf, Konzerthaus a Berlino, Philharmonie Luxembourg e nei maggiori Festival inclusi Mecklenburg-Vorpommern, Rheingau Music Festival, Schleswig-Holstein, Heidelberg Frühling e Lucerne Festival.

La stagione 2019/20 vede numerosi debutti tra cui Stati Uniti, Canada, Giappone e Norvegia. La tournée giapponese comprenderà concerti teletrasmessi dalla NHK a Kyoto, Oji e Musashino con programmi misti dove le musiche di Haydn e Bacewicz saranno affiancate da proprie composizioni. Il debutto nordamericano includerà concerti alla Frick Collection di New York, a Washington DC, Toronto, Chicago, Montreal e Princeton. In Norvegia si esibiranno a Oslo, Bergen e Bodø.

Molto ricchi anche gli impegni europei, che porteranno il giovane quartetto alla Philharmonie a Berlino, alla Elbphilharmonie ad Amburgo, alla Liederhalle a Stoccarda, alla Wigmore Hall a Londra.

Dopo il debutto nazionale al Festival Suoni delle Dolomiti nel 2018, il Quartetto ritornerà in Italia ad aprile 2020 per concerti a Milano per la Società del Quartetto e a Rovereto per l’Associazione Filarmonica.

Da maggio 2020, il Quartetto diventerà artista in residenza al Bodensee Festival al Lago di Costanza, posizione che lo vedrà coinvolto nella realizzazione di sette concerti con diversi programmi che includono musiche di Bacewicz, Beethoven, Ravel, Schumann, Barber, Mendelssohn e naturalmente le loro composizioni.

Il vision string quartet ha studiato a Berlino con l’Artemis Quartet e a Madrid con Günter Pichler dell’Alban Berg Quartet. Ha studiato anche con Heime Müller, Eberhardt Feltz e Gerhard Schulz e seguito masterclass al Jeunesses Musicales, ProQuartet in Francia e alla Fondazione Villa Musica Rheinland-Pfalz, da cui avevano ricevuto una borsa di studio. Tra i partner cameristici figurano Jörg Widmann, Eckart Runge dell’Artemis Quartet, Haiou Zhang, Edicson Ruiz, Avi Avital, Nils Mönkemeyer e il Quatuor les Dissonances.

Ha collaborato a progetti con il celebre coreografo John Neumeier e lavorato con light designer, suonando anche in completa oscurità, alla ricerca di una nuova dimensione creativa.

 

 

 


foto © Sander Stuart

Organizzatore

Teatro Ristori

Biglietti online

ACQUISTA ONLINE
X