Ottobre, 2020

09Ott(Ott 9)20:30VENICE BAROQUE ORCHESTRA - SARA MINGARDO contralto - ANDREA MARCON maestro di concerto al cembalomusiche di A. Vivaldi, G.F. Handel20:30 Genere:Barocca,Stagione 2020-2021biglietteria

Ora

(Venerdì) 20:30

Dettagli

 

Il concerto verrà trasmesso in DIRETTA TV su TELEARENA e in streaming sui nostri canali social.

 

VENICE BAROQUE ORCHESTRA
SARA MINGARDO contralto
ANDREA MARCON maestro di concerto al cembalo

 

ANTONIO VIVALDI
Sinfonia in sol maggiore per archi e basso continuo, RV 146
Allegro – Andante e sempre piano – Presto

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL
Aria “But who may abide the day of his coming” Larghetto – Prestissimo
dal “Messiah”, HWV 56

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL
Aria “He was despised and rejected” Largo – (Allegro)
dal “Messiah”, HWV 56

ANTONIO VIVALDI
Concerto in re maggiore per flauto soprano, archi e basso continuo, “Il cardellino”, RV 428
(Allegro) – Largo – Allegro molto
Anna Fusek, flauto soprano

ANTONIO VIVALDI
Aria Agitata infido flatu dall’Oratorio “Juditha Triumphans”, RV 644

___________________

FRANCESCO SAVERIO GEMINIANI
Concerto Grosso n.12 in re min. sull’opera Quinta di Arcangelo Corelli “La Follia”
Tema con variazioni 

ANTONIO VIVALDI
Concerto in sol minore per due violoncelli, archi e basso continuo, RV531
Allegro – Largo – Allegro

ANTONIO VIVALDI Cantata per Alto, archi e basso continuo Cessate omai cessate, RV 684
Cessate omai cessate – Ah ch’infelice sempre – A voi dunque ricorro orridi specchi – Nell’orrido albergo

 

 

Biografie

SARA MINGARDO
L’Associazione dei Critici Musicali Italiani le ha conferito l’importante riconoscimento Premio Abbiati 2009. Degne di nota le motivazioni della giuria: Voce di autentico contralto, dotata di musicalità, eleganza e proprietà stilistica tali da farla emergere sia nell’opera barocca (L’Orfeo di Monteverdi: Milano, Teatro alla Scala) per la nobile linea del legato e il fraseggio ricco di febbrile trepidazione, sia nell’ambito della musica sacra, per l’intima commozione donata alle prove pergolesiane sotto la direzione di Claudio Abbado.
Sara Mingardo nasce a Venezia dove studia al Conservatorio Benedetto Marcello sotto la guida di Franco Ghitti; grazie ad una borsa di studio completa i suoi studi all’Accademia Chigiana di Siena. Dopo aver vinto vari concorsi internazionali, debutta nel 1987 ne Il Matrimonio segreto (Fidalma) e ne La Cenerentola (ruolo del titolo).
Regolare ospite di alcune fra le principali istituzioni musicali italiane ed internazionali Sara Mingardo è una delle rarissime voci di autentico contralto della scena musicale odierna. Collabora stabilmente con direttori d’orchestra del calibro di Rinaldo Alessandrini, Ivor Bolton, Riccardo Chailly, Myung Whun-Chung, Sir Colin Davis, John Eliot Gardiner, Emmanuelle Haïm, Marc Minkowski, Riccardo Muti, Roger Norrington, Trevor Pinnock, Maurizio Pollini, Christophe Rousset, Jordi Savall, Peter Schreier, Jeffrey Tate e con le principali orchestre internazionali, tra cui Berliner Philharmoniker, London Symphony Orchestra, Boston Symphony Orchestra, Orchestre National de France, Les Musiciens du Louvre, Monteverdi Choir & Orchestra, Les Talens Lyriques, Academia Montis Regalis.
Il suo repertorio comprende opere di Gluck, Monteverdi, Handel, Vivaldi, Rossini, Verdi, Cavalli, Mozart, Donizetti, Schumann e Berlioz; particolarmente attiva in ambito concertistico vanta un repertorio che spazia da Bach, Beethoven e Brahms a DvoYák, Mahler, Pergolesi e Respighi. Di particolare rilievo è stata la collaborazione con il maestro Claudio Abbado in un sodalizio lavorativo che ha visto Sara Mingardo protagonista in importanti occasioni tra cui ricordiamo: il Festival di Lucerna con il Requiem di Mozart, la Rapsodia per Contralto di Brahms e Kindertotenlieder e Stabat Mater di Pergolesi allAuditorium Manzoni di Bologna con l’Orchestra Mozart; i numerosi concerti al Festival di Salisburgo e in tournée italiane (Auditorium Manzoni di Bologna, Teatro Comunale di Modena, Teatro Pergolesi Spontini di Jesi, Abbazia di Morimondo).
Artista richiesta a livello internazionale, nelle passate stagioni ha interpretato Il ritorno di Ulisse in patria al Festival International Musique Baroque de Beaune, a Zurigo (diretta da Ivor Bolton) e successivamente nella nuova produzione del Teatro alla Scala con la regia di Bob Wilson e la direzione di Rinaldo Alessandrini, poi in tournée a Torino; Il trionfo del tempo de del disinganno a Vienna e con Giovanni Antonini e Giardino Armonico a Budapest e Cracovia;  L’Italia del destino a Firenze; Farnace di Vivaldi ad Amsterdam diretta da Diego Fasolis e a Barcellona diretta da Jordi Savall; Euridice di Caccini alle Innsbrucker Festwochen; L’Incoronazione di Dario a Brema. Particolarmente attiva anche sul versante concertistico ha interpretato  lo Stabat Mater di Pergolesi in prestigiosi contesti quali il Musikfesten a Brema, il Festival Anima Mundi di Pisa (con John Eliot Gardiner), il Barbican Hall di Londra, la Salle Pleyel di Parigi e il die Singel ad Anversa (con Harry Bicket); Gloria di Vivaldi a Copenaghen; Kindertotenlieder a Tel Aviv, ad Anversa diretta da D. Jurowski, con la Malaysian Symphony Orchestra a Kuala Lumpur e al Festival di Lucerna; La passione di Gesù Cristo (Giovanni) con l’orchestra Sinfonica Nazionale della Rai; la Sinfonia n. 3 di Mahler con la Orquesta Nacionales de España e Juan Pons; la Sinfonia n.8 di Mahler e La Messa in Si minore di Bach all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano dove poi è tornata per la Petite Messe Solennelle ;  Magnificat di Bach a Chicago; Messa di Santa Cecilia a Padova diretta da Claudio Scimone; un concerto alla Wigmore Hall di Londra, alla Salle Gaveau di Parigi e a Praga; Liederabend a Bordeaux e al Valli di Reggio Emilia;  Requiem di Mozart con Accentus diretta da Laurence Equilbey in tournée in Francia. Tra gli impegni degli ultimi mesi ricordiamo La messa in Si minore di Bach a Firenze diretta da Stefano Montanari; L’Incoronazione di Poppea al Teatro alla Scala di Milano con Rinaldo Alessandrini della produzione firmata da Bob Wilson; Giulio Cesare al Teatro Regio di Torino sotto la direzione di De Marchi dove poi è tornata per lo Stabat Mater di Pergolesi con l’Orchestra Nazionale della RAI diretta da Fabio Biondi; Medea (Neris) al Grand Théâtre de Genève;  Kindertotenlieder presso l’Associazione gli Amici della Musica di Firenze; nuovamente nello Stabat Mater di Pergolesi a Jesi e a Mestre (La Fenice); concerto solistico alla Wigmore Hall di Londra; Liederabend a Ferrara; Stabat Mater di Dvorak a Parigi (Orchestre de Chambre de Paris); Messiah a Detroit e a Washington con la direzione della Stutzman.
Più recentemente ha preso parte ad un concerto solistico a Lisbona con Divino Sospiro ed a Roma presso la IUC con l’Accademia degli Astrusi; la Sinfonia n. 2 di Mahler con l’Orchestra di Padova e del Veneto; Il Trionfo del Tempo e del Disinganno al Teatro La Scala sotto la direzione di Diego Fasolis, a Aix-en-Provence con la direzione di Emmanuelle Haïm, alla Staatsoper di Berlino, a Caen e Lille, a Madrid con Accademia Bizantina e Ottavio Dantone; Stabat Mater di Pergolesi a Roma con Rinaldo Alessandrini ed in replica a Bilbao; Alto Rhapsodydi Brahms all’Accademia di Santa Cecilia a Roma con Daniele Gatti e all’Opera di Firenze diretta da Albrech; Stabat Mater di Vivaldi al Festival Musica Sacra di Münster; Johannes-Passion  di Bach con Musica Saeculorum ad Essen e Aix-en-Provence; Elias di  Mendelssohn con il Maggio Musicale Fiorentino e Daniele Gatti ed in seguito a Copenhagen; recital solistico presso il Grand Théâtre de Genève; Sinfonia n. 8 di Mahler al Lucerne Festival con Chailly; concerto alla Carnegie Hall di New York con Rinaldo Alessandrini e Concerto Italiano; L’Incoronazione di Dario di Vivaldi al  Teatro Regio di Torino; il Requiem di Mozart con la London Philarmonic Orchestra sotto la direzione di Natalie Stutzmann; Messaggera ne L’Orfeo di Monteverdi a Lipsia con Jordi Savall;  Il ritorno d’Ulisse in patria (Penelope) alla Staatsoper di Amburgo con la direzione di Jean-Christophe Spinosi; Pelléas et Melisande (Geneviève) a Bochum-Ruhrtriennale; Wesendonck Lieder di Mahler con la Geneva Camerata; Messiah di Haendel al Musikverein di Vienna; Petite Messe Solennelle alla Wiener Konzerthaus e a Luxembourg con Gustavo Gimeno; Requiem di Mozart a Dublino e in tour in Francia con la direzione di Raphael Pichon; Sinfonia nr. 3 di Mahler a Cologna e la Sinfonia n. 2 di Mahler al Teatro La Fenice; Petite Messe Solennelle con l’Accademia di Santa Cecilia e con la London Philharmonic Orchestra; Il ritorno d’Ulisse in patria (Penelope) alla Staatsoper di Amburgo; Requiem di Mozart con la Chicago Symphony Orchestra e Riccardo Muti e ad Aix-en-provence; Giulio Cesare (Cornelia), Roméo et Juliette (Gertrude) al Teatro alla Scala; .
Gli impegni dei prossimi mesi prevedono: a una serie di concerti al Festival di Martina Franca; Messa nr 3 di Bruckner a Stoccarda; Stabat Mater di Vivaldi a Parma.

Nota:
Sara Mingardo sostituisce in questo concerto Julia Lezhneva a causa di una improvvisa indisposizione per motivi di salute.

 

 

ANDREA MARCON
Andrea Marcon è nato a Treviso nel 1963. Giovanissimo ha iniziato gli studi musicali proseguiti poi a Castelfranco Veneto, Venezia e Basilea con Vanni Ussardi (pianoforte), Jean- Claude Zehnder (organo e clavicembalo), Hans-Martin Linde (direzione) diplomandosi in Organo, Clavicembalo e Musica Antica presso la Schola Cantorum Basiliensis-Musik Akademie Basel nel 1986 e 1987. Di particolare importanza gli incontri con Luigi Ferdinando Tagliavini, Gustav Leonhardt, Harald Vogel e Ton Koopman.
Ha vinto prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali (Roma, Bruges, Innsbruck, Bologna). Negli anni ’80 e ’90 compie ripetuti viaggi di studio alla scoperta dei più importanti organi storici europei svolgendo un’intensissima attività concertistica all’organo e clavicembalo. È l’ideatore del Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso” (1988) e del network ECHO (European Cities Historic Organs, 1997).
Nel 1982 è tra i fondatori e l’ispiratore dei “Sonatori de la Gioiosa Marca”, uno dei primi gruppi italiani specializzati in musica antica. Nel 1997 costituisce la Venice Baroque Orchestra portandola ad esibirsi nelle sale e festivals più prestigiosi d’Europa, Stati Uniti, Canada ed Asia.
Dirige inoltre importanti produzioni operistiche nei teatri di Francoforte, Amsterdam, Madrid, Basilea, Oviedo, Venezia e recentemente riscuote un grandissimo successo al Teatro Bolshoi di Mosca con l’Alcina di Händel. Quale direttore ospite è invitato da prestigiose orchestre quali i Berliner Philharmoniker, la Mahler Chamber Orchestra, la Bayrische Rundfunk Sinfonie Orchester, Münchener Philharmoniker, Freiburger Baroque Orchester, Concerto Köln e numerose altre. Dal 2012 è inoltre direttore artistico dell’Orchestra Città di Granada, eletto all’unanimità dai musicisti dell’orchestra. Con la OCG ha diretto e interpretato negli ultimi anni Sinfonie di Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Mendelssohn. In particolare ricordiamo lo scorso maggio le due esecuzioni della IX Sinfonia di Beethoven con la partecipazione di 230 coristi provenienti da tutta la regione andalusa. Ha inciso più di 50 CD, registrazioni che spesso hanno ottenuto i più importanti riconoscimenti, inclusi due nominations ai Grammy di Los Angeles, effettuate con prestigiose etichette quali la Deutsche Grammophon, Sony Classical, Erato, Warner. Nel 2016 ha inaugurato il Festival di Aix en Provence e lo scorso dicembre il New York Times ha incoronato l’esecuzione della Juditha Triumphans di Vivaldi diretta alla Carnegie Hall, con la Venice Baroque Orchestra, quale uno dei migliori concerti di musica classica ascoltati a New York nel 2017. È attualmente considerato trai i più raffinati specialisti ed interpreti di Händel, Vivaldi e Bach di cui dirige regolarmente le Passioni e la Messa in Si minore.
Numerose le collaborazioni musicali con affermati solisti in particolare Giuliano Carmignola, le sorelle Labeque, Magdalena Kozena, Patricia Petibon, Philippe Jaroussky, Ann Hallenberg, Viktoria Mullova, Gautier Capucon. Già ordinario della cattedra di clavicembalo presso il Mozarteum di Salisburgo è titolare di una classe di clavicembalo, organo e musica d’insieme presso l’Accademia di Basilea – Schola Cantorum Basiliensis. Ha tenuto seminari e corsi di perfezionamento in tutta Europa, Giappone, Corea, e per le Accademie Superiori di Musica di Parigi, Tolosa, Helsinki, Göteborg, Malmoe, Amburgo, Lubecca, Copenhagen, Amsterdam, Dublino e per il Royal College of Organists di Londra. È inoltre regolarmente invitato nelle giurie dei più prestigiosi concorsi internazionali di organo e clavicembalo.
Nel 2017 la Fondazione Cariverona gli ha affidato il ruolo di direttore responsabile delle attività musicali e nel 2018 la città di Treviso gli ha conferito, per meriti artistici e culturali, il Totila d’Oro.

  

VENICE BAROQUE ORCHESTRA
Dall’incontro tra Andrea Marcon e Accademia di San Rocco è sorto nel 1997 il progetto Orchestra Barocca di Venezia – Venice Baroque Orchestra (VBO). L’orchestra dispone di musicisti attivi ormai da anni nel campo della musica antica ed è specializzata nell’esecuzione su strumenti originali.
Nell’attività dell’orchestra viene dato ampio spazio al repertorio italiano del ‘700, in particolare alla scuola veneta, e alla riscoperta del patrimonio operistico barocco. Significative le produzioni di opere inedite quali Orione di Francesco Cavalli, Olimpiade di Domenico Cimarosa, e la prima rappresentazione italiana del Siroe di G.F. Haendel.
VBO ha tenuto concerti in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Giappone, esibendosi in alcune tra le più prestigiose sedi concertistiche la Royal Albert Hall (Proms), Barbican Center e Wigmore Hall di Londra; Théâtre des Champs Élysées e Théâtre du Châtelet di Parigi, Konzerthaus di Berlino, Concertgebouw di Amsterdam, Musikverein e Konzerthaus di Vienna, Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Tokyo Opera City e Kioi Hall di Tokyo, Tchaikovski Concert Hall di Mosca, Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, Filarmonica di Varsavia, Alte Oper di Francoforte, Philharmonie di Colonia, spesso registrati dalle più importanti reti televisive e radiofoniche. E’ stata ospite, inoltre, dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, dell’Accademia Chigiana a Siena, del Teatro alla Pergola di Firenze, e di molte altre importanti istituzioni musicali.
Tra i solisti che collaborano con l’Orchestra Barocca di Venezia figurano: Giuliano Carmignola, Avi Avital, Cecilia Bartoli, Romina Basso, Mario Brunello, Gautier Capuçon, Franco Fagioli, Vivica Genaux, Roberta Invernizzi, Philippe Jaroussky, Magdalena Kožená, Katia e Marielle Labèque, Julia Lezhneva, Sara Mingardo, Victoria Mullova, Anna Netrebko, Patricia Petibon, Andreas Scholl, Chouchane Siranossian.
VBO, sotto la direzione di Andrea Marcon, ha al suo attivo registrazioni discografiche per Sony Classical, Deutsche Grammophon-Archiv, Naïve, Erato con le quali ha ottenuto i riconoscimenti della stampa specializzata (quattro Diapason d’Or, Gramophone, Choc de l’année de le Monde de la Musique 2001, Echo Preis 2002 e 2003). Nel 2007 l’Orchestra è stata premiata con l’Edison Klassiek Award 2007 per il CD Sinfonie e Concerti per Archi di Vivaldi registrato per Deutsche Gramophon-Archiv. Tra le più recenti registrazioni dell’orchestra, il CD di concerti di A. Vivaldi con Avi Avital è stato premiato con l’Echo Classic 2015, mentre il CD con Philippe Jaroussky di arie di N. Porpora per l’etichetta Erato ha ricevuto una nomination ai Grammy 2015. L’ultima registrazione dell’orchestra, con concerti per violino di G. Tartini con la violinista Chouchane Siranossian e sotto la direzione di Andrea Marcon, è stato pubblicato nel febbraio 2020 da Alpha.
Tra gli impegni di VBO nel 2020 citiamo: una tournée negli Stati Uniti con il mezzosoprano Ann Hallenberg; concerti in Europa con Giuiano Carmignola e Avi Avital; concerti in Europa con Julia Lezhneva, Valer Sabadus, Chouchane Siranossian e Andrea Marcon; l’opera Alcina di G. F. Handel sotto la direzione di Andrea Marcon.
I concerti dell’Orchestra Barocca di Venezia sono stati ripresi dalla BBC, Arte, RAI2, dalla giapponese NHK, e dall’olandese NPS2; sono stati inoltre trasmessi da RAI Radio3, BBC3, ORF, WDR, France Musique, Radio France, National Public Radio, NPS Radio4.

 

Video

 

 

Organizzatore

Teatro Ristori

Info prezzi, abbonamenti e riduzioni

biglietteria
X