Marzo, 2019

12Mar(Mar 12)20:30MARTIN OWEN corno - FABIOLA TEDESCO violino - MARGHERITA SANTI pianoforteMusica con le Ali - musiche di O. Messiaen, J. Brahms20:30 Genere:Fuori abbonamento,Musica con le Ali,Stagione 2018-2019acquista ONLINEBiglietteria

Ora

(Martedì) 20:30

Dettagli

 

MUSICA CON LE ALI

MARTIN OWEN corno
FABIOLA TEDESCO violino
MARGHERITA SANTI pianoforte

 

O. Messiaen, Appel interstellaire, da ‘Des canyons aux étoiles’ per corno solo
J. Brahms, Sonata n. 2 in la maggiore op. 100 per violino e pianoforte
J. Brahms, Trio in mi bemolle maggiore op. 40 per corno, violino e pianoforte

 

Martin Owen è considerato uno dei maggiori suonatori di corno d’Europa. Si è esibito come solista e musicista da camera in tutto il mondo. Al momento è Primo corno alla BBC Symphony Orchestra; è stato per dieci anni Primo corno alla Royal Philharmonic Orchestra e dal 2012-13 è stato nominato Primo corno della Berliner Philharmoniker. È anche Primo corno dell’ensemble di musica da camera californiano Camerata Pacifica e dei britannici Britten Sinfonia e Haffner Ensemble. Nei suoi concerti ha suonato musiche di Mozart, Richard Strauss, Schumann, Messiaen, Britten, Elliott Carter, Oliver Knussen e Thea Musgrave, con orchestre quali la BBCSO, Royal Philharmonic, BBC Philharmonic, Orquesta Nacional de España, The Hallé, New World Symphony, Bucarest Philharmonic, Ensemble Modern, Aalborg Symfoniorkester e Baltic Philharmonic, Camerata Pacifica. Ha partecipato all’anteprima mondiale di Burlesquedi Malcolm Arnold con la Royal Philharmonic e nel 2007 ha fatto il suo debutto da solista al BBC Proms, eseguendo il Konzertstückdi Schumann con la BBC Philharmonic. Da allora è tornato a suonare con i Proms come solista in Horn Concerto di Oliver Knussen sotto la direzione del compositore, concerto trasmesso in diretta dalla televisione e dalla radio della BBC. Nel 2008, ha esordito alla Barbican alla premiere londinese di Horn Concertodi Elliott Carter con la BBCSO / Knussen e in seguito ha eseguito i concerti per corno di Knussen e Elliott Carter con l’Orquesta Nacional de España di Madrid. Altre registrazioni includono i concerti di corno di Mozart con la Royal Philharmonic, la Serenade di Britten con Toby Spence e lo Scottish Ensemble (Linn), l’Ottetto di Schubert con Michael Collins (Wigmore Hall Live), il Konzertstuckdi Schumann con la BBC Philharmonic Orchestra / Mackerras (BBC Music Magazine), la Sinfonia Concertantedi Danzi con l’Orquestra de Cadaques / Marriner (Trito), i Four Seasonal Nocturnesdi Roderick Elms con la Royal Philharmonic Orchestra / Cleobury (Dutton) e i Canticlesdi Benjamin Britten con il tenore Ben Johnson (Signum Classics). Owen ha lavorato a oltre 300 colonne sonore di film, inclusi film di James Bond, Star Wars, Harry Potter, Il Gladiatore e Pirati dei Caraibi. Le recenti esibizioni soliste includono: il Concerto per 2 corni e archidi Vivaldi e le Quattro canzoni contadine russedi Stravinsky con la Filarmonica di Berlino; il Konzertstückdi Schumann e Horn Concertodi Musgrave con i concerti della BBCSO / Sakari Oramo, Strauss e Mozart con la Bucarest Philharmonic e il Concerto n. 2 di Strauss con la Baltic Philharmonic. Martin si è unito a Mark Padmore e alla Bergen Philharmonic / Edward Gardner per la Serenade di Britten, che ha anche nel 2016 a Shanghai, Norwich e Cambridge con la Britten Sinfonia/Ian Bostridge. Il 2017-18 include impegni da camera e da solista nel Regno Unito, in Italia, Francia, Polonia, Austria, Finlandia, Romania, Cina, Australia e Stati Uniti, e lo vedrà ospite alla Cleveland Orchestra come Primo corno.
Martin Owen è membro della Royal Academy of Music, dove è professore di corno, e visiting teacher presso istituzioni come la Hans Eisler Berlin, Maurice André Accademia di Valencia, Conservatorio di Santiago de Compostela, USC e UCLA a Los Angeles.

 

Fabiola Tedesco si diploma in violino all’età di sedici anni con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida di Sergio Lamberto. Prosegue poi gli studi presso il
Vorarlberger Landeskonservatorium di Feldkirch (Austria) e presso l’Accademia Perosi di Biella nella classe di Rudens Turku. Contemporaneamente, frequenta regolarmente le masterclass di Ana Chumachenco in tutta Europa.
È vincitrice di numerosi primi premi in concorsi nazionali e  internazionali, tra cui “Rassegna Nazionale d’Archi” di Vittorio Veneto e il Premio “Maura Giorgetti” della Filarmonica della Scala, assegnato ai migliori giovani violinisti italiani. Si esibisce con successo in sale europee e sudamericane, ospite, tra gli altri, di festival come “MITO”, “Il Bello da sentire” – Musei Vaticani, “Polincontri” presso l’Aula Magna del Politecnico di Torino, Giovani Musicisti a Palazzo Strozzi (Firenze), “Da Firenze all’Europa”, Palazzo
Pitti (Firenze), Villa Piazzo in Musica (BI), Starnberger Musiktage (Germania),
Musiktage der Olympiaregion Seefeld (Austria), “Talente im Funkhaus” della ORF (radio nazionale austriaca, per cui ha tenuto un recital nel 2016), Festival Next Generation di Bad Ragaz (CH), Festival Europeo de Solistas di Caracas.
I prossimi mesi prevedono, tra gli altri, il debutto presso il Gasteig di Monaco di Baviera (Marzo 2018), e il debutto in veste di solista con l’Orchestra Sinfonica del Liechtenstein diretta da Stefan Sanderling (Settembre 2018), nonché numerosi impegni solistici e cameristici, dal duo all’ottetto.
Come solista, si è esibita con la Kiev Radio Philharmonic Orchestra, Collegium Musicum Ostschweiz, Orquesta Sinfonica Juvenil OSJJFC, Perosiensemble, l’Orchestra da Camera di Torino, l’Orchestra dell’Università di Innsbruck, l’Orchestra del Conservatorio di Torino, l’Orchestra del Vorarlberger
Landeskonservatorium, sotto la guida di direttori come V. Sheiko, A. Gonzales, C.
Büchler, M. Schwarz, B. Lack, G. Ratti.
Fabiola Tedesco è borsista della Fondazione CRT, dell”Associazione DE SONO (da cui nel 2016 ha ottenuto anche l’eccezionale Borsa di Studio del Pubblico), di Friends of
Rudens Turku (Monaco di Baviera) e della Internationale Musikakademie in Fürstentum Liechtenstein. Inoltre, dal 2017 è sostenuta nella sua attività concertistica dall’Associazione Culturale Musica Con Le Ali.
Suona un violino Alessandro D’Espine costruito a Torino nel 1820. Il prestito di questo strumento rientra nell’attività del progetto “Adopt a Musician”, una fra le iniziative ideate e gestite da MusicMasterpieces – Lugano (CH).

 

Margherita Santi nasce nel 1994 a Verona e inizia lo studio del pianoforte all’età di 5 anni presso la Propedeutica Pianistica della prof.ssa Laura Palmieri, che immediatamente scopre e sviluppa il suo straordinario talento. Debutta in pubblico all’età di sei anni.
Ha tenuto concerti solistici e in formazione cameristica in Italia, Svizzera, Russia, Germania e Bulgaria per numerosi festival e stagioni (Festival Musicale delle Nazioni a Roma, RUDEM Foundation, Giovani Musicisti a Palazzo Strozzi, GIA Giovani Interpreti Associati, Symphony Opera Union Atanasov, International Chamber Music Festival Lago di Garda, Festival Kras, Musika bez granic-Gazprom) in prestigiosi teatri e sale (ZKO Zürcher Kammerorchester a Zurigo, Rachmaninoff Hall e Mali Zal a Mosca, Yusupov Palace e Sala Bianca del Politecnico di San Pietroburgo, Atanasov Hall in Bulgaria, Auditorium San Barnaba a Brescia, Palazzo Strozzi e Palazzo Pitti a Firenze, Teatro di Marcello a Roma, Sala Maffeiana e Palazzo della Gran Guardia a Verona, Auditorium San Rocco a Bologna, Palazzo Pisani e Sale Apollinee a Venezia).
All’inizio del 2018 ha effettuato una tournée in alcune delle principali città della Germania (Berlino, Dortmund e Kassel) in duo e come solista con opere di Rachmaninoff, Liszt e Busoni.
Ha debuttato con grande successo nel 2016 con la “Rapsodia su un Tema di Paganini” diretta da Grigor Palikarov con la Pazarzik Symphony Orchestra. L’anno seguente, nel 2017, ha suonato come solista collaborando con il direttore Matteo Parmeggiani con l’Orchestra Senzaspine.
Suona in duo con il violoncellista Frieder Berthold e come membro del Trio Sollertinsky. La passione per la musica da camera ha portato Margherita a suonare con stimati musicisti tra i quali Francesca Dego, membri del Rimsky-Korsakov Quartett, Olaf John Laneri, Giovanni Agazzi, Erica Piccotti.
È stata recentemente presentata come “Giovane eccellenza italiana nell’ambito musicale” dalla RAI.
Nel 2010 incide “Piano Recital” con opere di Chopin e Liszt per l’Accademia Edizioni Musicali di Verona.
Già in giovane età vince numerosi primi premi assoluti in concorsi nazionali e internazionali tra cui il “Premio Accademia Filarmonica di Verona” come migliore diplomata dell’anno 2009, “Premio Pavia”, ”Premio Antonio Salieri”.
Ha preso parte a numerose masterclass, conoscendo musicisti di fama internazionale come Pavel Gililov, Ilana Vered, Gary Graffman, Pascal Nemirovsky, Gustavo Romero suscitando ampia attenzione e consenso per la sua personalità, la sua profonda devozione e comprensione musicale oltre alla brillante tecnica strumentale.
Si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “E.F.Dall’Abaco” di Verona all’età di 16 anni. Dopo aver frequentato l’Accademia Santa Cecilia a Roma, nel 2013 si trasferisce a Mosca per studiare con Natalia Trull presso il prestigioso Conservatorio “P.I.Tchaikovsky”. Nel 2018 ottiene il diploma di Master di secondo livello in Piano Performance con la votazione di 110 e lode nella classe di Isabella Lo Porto, presso il Conservatorio “B.Marcello” di Venezia, presentando un recital monografico dedicato a Robert Schumann. Frequenta la facoltà di Comunicazione presso l’Università degli studi di Padova.

 

 


MUSICA CON LE ALI, è un’Associazione Culturale con sede a Milano, che ha come obiettivo la crescita dei migliori giovani musicisti italiani e aiutarli a “spiccare il volo” nel mondo della musica classica. A fianco dei giovani talenti si esibiranno musicisti già affermati e di fama internazionale.

 

 


nella foto (da sinistra) Martin Owen, Fabiola Tedesco, Margherita Santi

Organizzatore

Teatro Ristori

Biglietti online

acquista ONLINE

Info prezzi, abbonamenti e riduzioni

Biglietteria
X