Febbraio, 2020

21Feb(Feb 21)20:30BEETHOVEN 2020 - I VIRTUOSI ITALIANI - TRIO GAON - ANDRE’ BERNARD direttore - I Virtuosi Italiani XXI Stagione Concertistica20:30 via Teatro Ristori,7 - VeronaGenere:Evento ospitato,I Virtuosi Italiani,Stagione 2019-2020acquista onlineinfo e prezzi sul sito dell'organizzatore

Ora

(Venerdì) 20:30

Location

Teatro Ristori

via Teatro Ristori,7 - Verona

Dettagli

XXI STAGIONE CONCERTISTICA DEI VIRTUOSI ITALIANI
Teatro Ristori

BEETHOVEN 2020

 

I VIRTUOSI ITALIANI

TRIO GAON

ANDRE’ BERNARD direttore

 

L. v. BEETHOVEN
Ouverture “ Coriolano” in do minore op. 62

L. v. BEETHOVEN
“Triplo concerto” in do maggiore per violino,
violoncello e pianoforte op. 56
Allegro – Largo – Rondò alla Polacca

L. v. BEETHOVEN
Sinfonia n. 7 in La Magg. op. 92
Poco sostenuto, Vivace – Allegretto – Presto – Allegro con brio

 

 

TRIO GAON

Tae-Hyung Kim  pianoforte
Jehye Lee  violino
Samuel Lutzker  violoncello

 

 

Il TRIO GAON si è costituito nel 2013 a Monaco di Baviera. I tre musicisti che lo compongono, diplomati al Conservatorio di Monaco sotto la guida di Ana Chumachenco, Friedemann Berger e Christoph Poppen, hanno perfezionato lo studio della Musica da camera all’ECMA, European Chamber Music Academy e attualmente gli archi ricoprono ruoli di prestigio nell’Orchestra Sinfonica della Bayerischen Runfunks. Accanto a ciò, soprattutto il pianista, proseguono con un’importante attività solistica e didattica.
Il Trio ha ben presto vinto premi in importanti Concorsi internazionali, quali lo “Joseph Haydn Chamber Music Competition” a Vienna e il “Music Prize of KulturKreis Gasteig e. V.” di Monaco,dove il Trio Gaon ha raggiunto il più alto posto in classifica dell’intera Competizione.
Si è esibito regolarmente in Germania, Francia, Belgio, Austria e Corea del Sud, con diversi repertori  e in sale prestigiose come la Munich Gasteig Philharmonic Hall, il Seoul Arts Center e la Salle Cortot a Parigi.
Nel settembre 2017 il Trio Gaon ha vinto (con votazione unanime della Giuria) il 18° Concorso Internazionale “Premio Trio di Trieste”, aggiudicandosi anche il Premio Speciale “Anna Maria e Giorgio Ribotta” e il Premio Speciale “Dario De Rosa” per la migliore esecuzione di un Trio di Brahms, oltre ad un importante numero di concerti-premio. Nel dicembre 2017 ha debuttato a Siena, nella Stagione “Micat in Vertice” dell’Accademia Chigiana, e suonato alla Salle Cortot di Parigi, con grande successo. Inoltre al Concorso Internazionale di Melbourne si è aggiudicato il Secondo Premio e tutti i Premi Speciali. Successivamente in Italia ha effettuato 3 tour, incidendo anche al Teatro Ristori di Verona il primo CD con musiche di Brahms e Mendelssohn. Recentemente ha intensificato moltissimo l’attività in Germania, Italia (Verona, Belluno, Torino, Trieste, Roma) e Corea del Sud.
Il musicologo e acclamato critico musicale della Suddeutsche Zeitung Harald Eggebrecht ha scritto recentemente di loro: “Oltre alle straordinarie capacità solistiche dei tre musicisti, sbalordisce anche la loro raffinatissima sensibilità  nella ricerca di trasparenza e di equilibrio sonoro, nonché l’autentico senso  di ciò che possa davvero significare suonare la musica da camera insieme “
Gianni Gori su Musica parla di “esecuzione magnifica del Trio in la di Ravel, nel camerismo sinfonico del Trio Gaon”, Bizzarini su Archi Magazine coglie l’uniformità del livello altissimo mantenuto dal Trio Gaon in tutte le prove del “Premio Trio di Trieste”, da Brahms a Beethoven, da Corti a Mozart e Ravel. Paola Pini su Opera Click sottolinea infatti come il Trio Gaon si sia “distinto per qualità del suono, sensibilità attenta, capacità di esprimere drammaticità e pathos, con una personalità d’assieme bella e ben definita nel corso di tutta la seconda prova eliminatoria, ma particolarmente con Brahms. Nel concerto finale i tre giovani hanno aggiunto un suono appassionato e coinvolgente, dotato di una densità che a tratti si univa ad un’immaterialità eterea, regalando momenti struggenti nell’interpretazione di Ravel”.

https://www.triogaon.com/#mediatypes

 

ANDRE BERNARD

Conosciuto in tutto il mondo come uno dei migliori trombettisti del suo tempo, si è esibito al fianco delle più prestigiose orchestre del mondo (Berliner e Wiener Symphoniker, New Japan Philharmonic, Leipzig Gewandhaus, Dresden Staatskapelle..), nelle maggiori Sale concertistiche e Festival ( Berlino Filarmonia, New York Carnegie Hall, Salisburgo Festival, A Tokyo, Londra, Washington, Vienna, Boston, Los Angeles, Montreal, Toronto, Roma, Praha, Bruxelles, Copenhagen, Stockolm, Ginevra, Madrid…
La sua carriera prestigiosa di solista gli ha dato la possibilità di seguire il lavoro dei più grandi direttori d’orchestra del nostro tempo.
Conseguto il diploma superiore di direzione d’orchestra a Parigi con P. Dervaux, ha approfondito il repertorio romantico tedesco con Carlo-Maria Giulini e l’opera italiana con Bruno Bartoletti. La sua lunga e stretta collaborazione con le orchestre inglesi, ungheresi, italiane, ceche gli ha dato una relazione privilegiata con i repertori di questi paesi.
Ospite delle più prestigiose orchestre,  London  Symphony Orchestra ,  Royal Philharmonic ,London Philharmonic, Orchestra , Mozarteum Orchester Salzburg, Orchestre De La Suisse Romande, Orchestre National De Lyon, Orchestre National De Toulouse, Philharmonique De Monte Carlo, Philharmonia Hungarica, Orquestra Nacional De Barcellona, Brno Philharmonic, Budapest Opera Orchestra, Orquesta Simfonica De Balears, Prague State Opera, ha diretto nelle Sale e nei Teatri più prestigiosi a mondo tra i quali la Carnegie Hall di New York, il Barbican Center di Londra, il Grosses Festspielhaus di Salisburgo, il Theatre des Champs Elysees a Parigi…
André Bernard dirige spesso anche negli Stati Uniti, Canada, Germania, Italia, Irlanda, Polonia, Repubblica ceca, Bulgaria, Spagna, Ungheria, Corea.
Per l’affinità dimostrata verso il repertorio operistico, ha soprattutto sviluppato un ampio repertorio francese ed italiano: Bizet, Gounod, Massenet, Gluck, Poulenc, Delibes, Offenbach, Meyerbeer, Berlioz, Verdi, Bizet, Mozart, Bellini e Puccini. Ha inoltre diretto numerosi Requiem (Mozart, Verdi e Cherubini), Messe, ed Oratori.
Ha registrato come direttore o solista, più di 20 dischi per Philips, C.B.S., Decca, Sony Classical. Sinfonie di Mozart, Beethoven, Brahms,  un DVD con la Quarta Sinfonia e l’Overture Tragica di Brahms e molto repertorio italiano : Verdi, Puccini, Rossini.
È stato direttore principale dal 1982 a 87 del New Symphony Orchestra of London e della London Chamber Orchestra, e Direttore Principale Ospite della Hungarian Symphony Orchestra, della Irish Chamber Orchestra Dublin, dell’ Orchestra Sinfonica Abruzzese e Della Janacék Philharmonic Orchestra.

 

Organizzatore

I Virtuosi Italiani

Biglietti online

acquista online

Info prezzi, abbonamenti e riduzioni

info e prezzi sul sito dell'organizzatore
X