SERIAMENTE LEGGERO

Un omaggio e un pensiero all’Ucraina con il concerto per pianoforte "From My Bookshelf", scritto dal compositore e matematico contemporaneo do Kiev Alexey Shor. Composto da otto movimenti, rende omaggio a personaggi famosi di diverse opere letterarie come Romeo e Giulietta, Don Chisciotte, Tom Sawyer, Cenerentola, d'Artagnan, Re Matt I, la Regina di Cuori e Quasimodo.

Arrangiato appositamente da Mikhail Pletnev, il famoso compositore russo che ha vinto la medaglia d'oro e il primo premio al Concorso Internazionale Tchaikovsky all'età di 19 anni.

Shostakovich scrive il secondo Concerto per pianoforte nel 1957; è un regalo a suo figlio Maxim per il XIX compleanno che lo esegue in quello stesso anno al termine del ciclo di studi al Conservatorio di Mosca. Il Concerto, con le sue sonorità libere e gioiose, si distacca completamente dagli altri lavori di Shostakovich permeati da atmosfere corrusche e trame impegnative; in effetti, dopo aver affrontato il conservatorismo e la censura dell’autorità sovietica, adesso il compositore non solo esprime l’augurio gioioso al proprio erede, ma vuole anche evidenziare il sollievo straordinario provato con la fine dello stalinismo.

Info Spettacolo

venerdì, 12 Maggio 2023 H 20:00
Teatro Ristori

Programma evento

A. Shor
From My Bookshelf per pianoforte e orchestra
(versione da concerto di M. Pletnev)

D. Šostakovič
Concerto per pianoforte e orchestra n.2 op.102

Artisti e Compagnia

PIER CARLO ORIZIO direttore

Nato a Brescia nel 1963, Pier Carlo Orizio si è diplomato in pianoforte sotto la guida di Sergio Marengoni e in direzione d’orchestra con Donato Renzetti, frequentando altresì i corsi di perfezionamento tenuti da Emil Tchakarov (Venezia 1988) e da Leonard Bernstein (Roma 1989). Ha diretto alcune delle principali orchestre europee tra le quali la Filarmonica di San Pietroburgo, la Russian National, l’Orchestra Filarmonica Nazionale Armena, la Camerata Salzburg con Salvatore Accardo solista, la Tchaikovsky Symphony, la Danish National Symphony. Con la Prague Philharmonia ha registrato per la RAI il Concerto n. 1 di Beethoven e il Concerto di Schumann, solista Martha Argerich. Un rapporto speciale lo lega alla Cina, ove è stato direttore artistico del Beijing International Piano Festival. Dal 2008 ha diretto nelle principali sale cinesi orchestre quali la Beijing Symphony e la Shenzhen Philarmonic Orchestra.
Nella sua attività concertistica ha collaborato con nomi leggendari quali Mstislav Rostropovich, Sir James Galway, Rudolf Buchbinder, Boris Berezovsky su invito dei maggiori festival europei.
Profondamente interessato alla musica del nostro tempo, ha diretto brani di Arvo Pärt, Sofia Gubaidulina, Krzysztof Penderecky (solista al flauto Massimo Mercelli) e prime assolute, tra gli altri, di Giancarlo Facchinetti e Mauro Montalbetti.
Nell’aprile del 2018 Pier Carlo Orizio ha diretto nuovamente la prestigiosa Russian National Orchestra: a Mosca per l’inaugurazione del Festival Rostropovich, solista al pianoforte Mikhail Pletnev, e alla Royal Opera House di Muscat, in Oman, solista al violino Sergej Krylov. Nel luglio 2018 ha diretto la Zagreb Philharmonic Orchestra con solisti Julian Rachlin e Mischa Maisky.
Nel 2019 ha esordito con alcune delle più importanti orchestre europee quali la Royal Philharmonic Orchestra e la Belgian National Orchestra. Nel 2021 ha debuttato con la Athens State Orchestra.
È docente di Direzione d’orchestra presso il Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia.

FEDERICO COLLI pianoforte

Elogiato dal Daily Telegraph per “il suo tocco meravigliosamente leggero e la sua eleganza lirica” e definito dalla rivista Gramophoneuno dei pensatori più originali della sua generazione”, Federico Colli si è rapidamente conquistato la fama a livello mondiale per le sue interpretazioni avvincenti e non convenzionali, oltre che per la limpidezza della sua sonorità. La straordinaria originalità e l’approccio alla musica fortemente ingegnoso e filosofico hanno reso prodigiose e multidimensionali le sue esibizioni e incisioni. La sua prima registrazione di Sonate di Domenico Scarlatti, incisa per Chandos Records, a cui è legato da un rapporto di esclusiva, ha ricevuto il premio di Recording of the Year di Presto Classical. Il Secondo Volume delle Sonate di Scarlatti è stato premiato Recording of the Month dal BBC Music Magazine e dall’International Piano Magazine ed è stato scelto da BBC Music Magazine come “uno dei migliori album di musica classica del 2020”.
Dopo i suoi primi successi fra cui la Medaglia d'Oro alla The Leeds International Piano Competition nel 2012, International Piano Magazine lo ha selezionato come uno dei “30 pianisti under 30 che potranno dominare la scena negli anni a venire”. Da allora, Federico Colli si è esibito con orchestre prestigiose, fra le quali l’Orchestra Mariinsky e la Filarmonica di San Pietroburgo, la Philharmonia Orchestra, la Royal Philharmonic, la BBC Symphony Orchestra e la BBC Philharmonic Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, la Filarmonica Reale di Stoccolma, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica della RAI, la Sinfonica di Stato Armena e l’Orchestra Sinfonica Nazionale Estone, l’Orchestra Sinfonica di Amburgo e l’Orchestre national d’Île-de-France. Ha anche collaborato con direttori d’orchestra del calibro di Valery Gergiev, Vladimir Ashkenazy, Yuri Temirkanov, Juraj Valčuha, Ion Marin, Thomas Søndergård, Ed Spanjaard, Fabio Luisi, Vasily Petrenko, Case Scaglione e Sakari Oramo.
Federico Colli, uno dei più prolifici e intriganti interpreti di recital, si è esibito in alcune delle sale più prestigiose del mondo, fra cui il Musikverein e la Konzerthaus di Vienna, il Teatro Mariinsky e la Philharmonia di San Pietroburgo, la Konzerthaus di Berlino, la Herkulessaal di Monaco, la Gewandhaus di Lipsia, la Laeiszhalle e la Helbphilharmonie di Amburgo, il Royal Concertgebouw di Amsterdam, la Royal Albert Hall e la Royal Festival Hall di Londra, il Rudolfinum di Praga, la Philharmonie di Parigi, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, la Konserthuset di Stoccolma, la Nikkei Hall di Tokyo, la Hong Kong City Hall, la Kumho Art Hall di Seoul, il Lincoln Centre di New York e la Bennet Gordon Hall di Chicago. Si è inoltre esibito in numerosi Festival, tra cui il Festival Pianistico della Ruhr a Dortmund, il Bachstein Klavierabende di Berlino, l’International Piano Series di Londra, il Festival Internazionale MiTo a Torino, il Dvorak International Festival a Praga, lo Chopin and his Europe Festival di Varsavia, il Festival di Lucerna, il The Gilmore di Kalamazoo e il Ravinia Festival di Chicago.
I concerti della stagione 2022/2023 di Federico Colli includono debutti con la Aalborg Symphony Orchestra e la George Enescu Phylharmonic Orchestra con il Concerto per Pianoforte n. 1 di Beethoven, la Gavle Symphony Orchestra con il Concerto per Pianoforte n. 4 di Beethoven, nuove esibizioni con la National Shymphony Orchestra a Dublino con il Concerto per Pianoforte n. 4 di Beethoven e l’Orchestre national d’Île-de-France con il Concerto per Pianoforte n. 2 di Shostakovich. In recital, torna ad esibirsi a Roma, Londra e Ostrava, oltre a debuttare all’Helsingborg Piano Festival e al Pohang Chamber Music Festival in Corea del Sud.
Oltre che nelle esibizioni dal vivo, Federico Colli è impegnato anche in un fitto programma di registrazioni. Le sue future pubblicazioni per l’etichetta Chandos includono un progetto di musica russa incentrato su Shostakovich e Prokofiev, oltre a un lavoro di cinque anni e di molteplici incisioni dedicato a Mozart e al suo repertorio di musica da camera solista. Grazie al suo amore per la musica, durante la pandemia Federico Colli ha dato vita a una serie di brevi video per il suo canale YouTube concepiti per riscoprire la Fantasia in do minore K475 di Mozart e per dare il giusto posto alle idee musicali del compositore all’interno di un contesto storico e culturale. Ispirato dal mistero che avvolge la genesi di tale opera, Federico Colli ha creato un avvincente racconto basato sulla sua profonda conoscenza delle biografie e lettere di Mozart, oltre che alla storia e alla cultura del XVIII secolo.
Nato a Brescia nel 1988, Federico Colli ha studiato al Conservatorio di Milano, all'Accademia Internazionale di Pianoforte di Imola e al Mozarteum di Salisburgo, sotto la guida di Sergio Marengoni, Konstantin Bogino, Boris Petrushansky e Pavel Gililov. Nel 2018, l’eminente associazione britannica Critics’ Circle lo ha inserito fra i premiati nella propria sezione dedicata alla musica.

FILARMONICA DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE PIANISTICO DI BRESCIA E BERGAMO

Nata nel 2013 da un’idea di Luca Ranieri e Pier Carlo Orizio, direttore principale fin dalla sua fondazione, la Filarmonica si è esibita fin da subito con artisti quali quali i violinisti Uto Ughi, Salvatore Accardo, Sergej Krylov e i pianisti Martha Argerich, Mikhail Pletnev, Daniil Trifonov, Lilya Zilberstein, Federico Colli, Alessandro Taverna, Roberto Cominati, Ramin Bahrami, David Fray.
Orchestra in residenza del Festival, in pochi anni ha sviluppato un ampio repertorio sinfonico, partecipando inoltre a produzioni d’opera e all'esecuzione di musiche da film. Nel 2018 sono state indette le prime audizioni online, a cui hanno partecipato oltre 200 giovani musicisti.
Tra le finalità della formazione c'è quella di avvicinare alla grande musica un nuovo pubblico. Intensa è l'attività con il mondo della scuola, grazie a prove aperte, ascolti guidati ed incontri con gli artisti. Nell'autunno 2022 la Filarmonica ha completato la sua seconda tournée italiana, che l’ha vista esibirsi nei teatri e nelle sale da concerto di Perugia, Pescara, Avezzano, L’Aquila, Teramo, Bari, Foggia, Napoli, Vibo Valentia, Palmi e Messina con il pianista Giuseppe Albanese, raccogliendo apprezzamenti unanimi sia dalla critica che dal pubblico.

Info e Biglietteria

BIGLIETTERIA I VIRTUOSI ITALIANI

Verona, Piazzetta Ottolini n. 9
Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 15.30 alle 18.00
Giovedì dalle 10.30 alle 13.00

oppure su prenotazione:
Mobile, WhatsApp, Telegram
+39 392 7178741  / +39 045 8006411

[email protected] 

presso il Teatro Ristori o San Pietro in Monastero
dalle 18.30 nei concerti serali
dalle 15.30 nei concerti pomeridiani

venerdì, 12 Maggio 2023 H 20:00venerdì, 12 Maggio 2023 H 20:00venerdì, 12 Maggio 2023 H 20:00

Prossimi Eventi

Tutto
Danza
Per le Famiglie
Jazz
venerdì
26
Apr 2024
H 20:30
Adagio

Saburo Teshigawara + Rihoko Sato

martedì
30
Apr 2024
H 20:30
Gonzalo Rubalcaba
mercoledì
15
Mag 2024
H 20:30
John Patitucci, Dave Weckl e Joey Calderazzo

SOLD OUT

Acquista l’Abbonamento

Biglietteria del Teatro

Via Teatro Ristori, 7
37122 Verona VR
+39 045 693 0001
[email protected]
Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00
e dalle 16:00 alle 19:00

BoxOffice

Via Pallone, 16
37121 Verona VR
+39 045 8011154
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00
Sabato dalle 9.30 alle 12.30

Per le Aziende

Affitta il Teatro Ristori per i tuoi eventi
Diventa Sponsor e assicurati una poltrona per ogni spettacolo

Ricevi gli aggiornamenti e le promozioni
del Teatro Ristori

  • Stagioni
  • Per Aziende
  • Box Office
  • X