La Nona (dal caos, il corpo)

Con La Nona, il progetto della Compagnia Zappalà Danza “Transiti Humanitatis” si arricchisce di un nuovo e importante tassello.
La musica utilizzata non è la versione originale di Beethoven per coro, solisti e orchestra ma la bellissima trascrizione per due pianoforti che ne ha fatto Liszt. E in scena, insieme ai due pianisti Luca Ballerini e Stefania Cafaro e a dodici danzatori della compagnia, anche il soprano Marianna Cappellani.

È sempre a partire dal corpo e dalle sue “storie” che Zappalà propone una riflessione sull’uomo e sull’umanità; sulla sua condizione di perenne conflitto e sulle speranze di solidarietà e fratellanza universale. L’umanità in transito è un’umanità in movimento; movimento è il contrario di immobilità, di immutabilità, di idee assolute e di assenza di dubbio. Il movimento è laico, come lo spirito di Beethoven e della sua musica. E la laicità del pensiero e dei comportamenti è alla base della creazione. 

Info Spettacolo

sabato, 19 Novembre 2022 H 20:00
Teatro Ristori

Programma evento

3° step del progetto Transiti Humanitatis / un progetto di Nello Calabrò e Roberto Zappalà
* PREMIO DANZA&DANZA 2015 “Produzione Italiana dell’Anno”

“Opera significativa perché idealmente viene a colmare anche la distanza tra la sua sede operativa Scenario Pubblico e l’istituzione tradizionale della città, il Teatro Bellini ove ha debuttato con grande successo, La Nona firmata da Roberto Zappalà per la sua bella compagnia è l’ultima impegnativa tappa del processo di maturazione artistica di un autore che da sempre usa la danza per riflettere sull’esistenza e sui valori dell’umanità. Il sommo Beethoven trascritto per due pianoforti da Liszt, fa da cornice e nume tutelare a questa perlustrazione intorno alla parola ‘amore’ e alla parola ‘fratellanza’ affidata alla danza energica, rigorosa, strutturata di Zappalà, capace di vibrare di chiaroscuri energici e espressivi e comunicare così emozioni e turbamenti. Dal caos in cui l’umanità ha mosso i primi passi fino all’armonia universale di un Amore celebrato senza generi e limiti, Zappalà ci suggerisce che al di là di tutto solo per il fatto che esistiamo in quanto ‘corpi’ e spirito, si realizza il senso della vita e la necessità di una fratellanza che accomuna tutti. Un messaggio su cui riflettere ora più che mai.”

Artisti e Compagnia

Musiche
Ludwig Van Beethoven, Sinfonia n°9 op.125, nella trascrizione per due pianoforti di Franz Liszt

Regia e coreografia
Roberto Zappalà 

Pianisti
Luca Ballerini e Stefania Cafaro

Soprano
Marianna Cappellani

Interpretazione e collaborazione alla costruzione
i danzatori della Compagnia Zappalà Danza:
Corinne Cilia, Filippo Domini, Anna Forzutti, Alberto Gnola, Marco Mantovani, Sonia Mingo, Gaia Occhipinti, Fernando Roldan Ferrer, Silvia Rossi, Joel Walsham, Valeria Zampardi, Erik Zarcone

Testi a cura di
Nello Calabrò

Scene, luci e costumi
Roberto Zappalà

Assistente scene e costumi e realizzazione
Debora Privitera

Assistente alle coreografie
Maud de la Purification

Direzione tecnica
Sammy Torrisi

Ingegnere del suono
Gaetano Leonardi

Management
Vittorio Stasi

Assistente di produzione
Federica Cincotti

Direzione generale
Maria Inguscio

Una produzione
Scenario Pubblico/ Compagnia Zappalà Danza Centro di Rilevante Interesse per la Danza

Il progetto Transiti Humanitatis è realizzato in collaborazione con:
ImPulsTanz – Vienna International Dance Festival (Vienna), Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Garibaldi / Unione dei Teatri d’Europa (Palermo), Teatro Massimo Bellini (Catania)

con il sostegno di Ministero della Cultura e Regione Siciliana Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo

Info e Biglietteria

Abbonamenti e biglietti in vendita da settembre

sabato, 19 Novembre 2022 H 20:00sabato, 19 Novembre 2022 H 20:00sabato, 19 Novembre 2022 H 20:00

Prossimi Eventi

Tutto
Danza
Per le Famiglie
Jazz
domenica
22
Gen 2023
H 17:00
Il piccolo spazzacamino

Un allestimento del Teatro Comunale di Modena fra i più coinvolgenti per i bambini e i ragazzi.

venerdì
27
Gen 2023
H 20:00
Quartetto per la fine del tempo

Il Nuovo Balletto di Toscana al Teatro Ristori in occasione del Giorno della Memoria.

sabato
04
Feb 2023
H 20:00
Calling Bach

Una nuova produzione MM Contemporary Dance Company per il Teatro Ristori con musica dal vivo.

domenica
05
Feb 2023
H 17:00
Il libro di tutte le cose

Uno spettacolo per un piccolo grande romanzo di formazione.

Acquista l’Abbonamento

Biglietteria del Teatro

Via Teatro Ristori, 7
37122 Verona VR
+39 045 693 0001
[email protected]
Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00
e dalle 16:00 alle 19:00

BoxOffice

Via Pallone, 16
37121 Verona VR
+39 045 8011154
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00
Sabato dalle 9.30 alle 12.30

Per le Aziende

Affitta il Teatro Ristori per i tuoi eventi
Diventa Sponsor e assicurati una poltrona per ogni spettacolo

Ricevi gli aggiornamenti e le promozioni
del Teatro Ristori

  • Stagioni
  • Per Aziende
  • Box Office
  • X