CONTEMPORANEA Folksongs

Ho sempre provato un senso di profondo disagio ascoltando canzoni popolari (cioè espressioni popolari spontanee) accompagnate dal pianoforte. È per questo e, soprattutto, per rendere omaggio all’intelligenza vocale di Cathy Berberian che nel 1964 ho scritto Folk Songs per voce e sette esecutori (flauto/ottavino, clarinetto, due percussioni, arpa, viola, violoncello) e, successivamente, per voce e orchestra da camera (1973).

Si tratta, in sostanza, di un’antologia di undici canti popolari (o assunti come tali) di varia origine (Stati Uniti, Armenia, Provenza, Sicilia, Sardegna, ecc.), trovati su vecchi dischi, su antologie stampate o raccolti dalla viva voce di amici. Li ho naturalmente interpretati ritmicamente e armonicamente: in un certo senso, quindi, li ho ricomposti. Il discorso strumentale ha una funzione precisa: suggerire e commentare quelle che mi sono parse le radici espressive, cioè culturali, di ogni canzone. Queste radici non hanno a che fare solo con le origini delle canzoni, ma anche con la storia degli usi che ne sono stati fatti, quando non si è voluto distruggerne o manipolarne il senso.

Due di queste canzoni («La donna ideale» e «Ballo») non sono popolari nella sostanza, ma solo nelle intenzioni: le ho composte io stesso nel 1947. La prima sulle parole scherzose di un anonimo genovese, la seconda sul testo di un anonimo siciliano.

Info Spettacolo

mercoledì, 14 Settembre 2022 H 20:00
Spazio S. Pietro in Monastero

Programma evento

XXIII STAGIONE CONCERTISTICA
ESTATE
Fuori abbonamento

FESTIVAL DELLA MUSICA CONTEMPORANEA
PROJECT I FOLKSONGS & FOLKDANCES

Marcello Fera
Bella növa (Trad. delle „Quattro Province“)

Marco Uvietta
Blue moods

Mathias Johannes Schmidhammer
Esti Dal

Felix Resch
Ein Tanz der Kraniche

Luciano Berio
Folk Songs per mezzosoprano e sette esecutori (1964)
1. Black is the colour
2. I wonder as I wander …
3. Loosin yelav …
4. Rossignolet du bois
5. A la femminisca
6. La donna ideale
7. Ballo
8. Motettu de tristura
9. Malurous qu’o un fenno
10. Lo fiolaire
11. Azerbaijan love song

Artisti e Compagnia

ENSEMBLE WINDKRAFT- KAPELLE FÜR NEUE MUISK

Michael Cede, flauto
Roberto Gander, clarinetto
Antonio Aiello, viola
Leonardo Sapere, violoncello
Francesca Tirale, arpa
Athos Bovi e Tommaso Scopsi, percussione

Windkraft è stata fondata nel 1999 come orchestra di fiati dedita alla produzione ed esecuzione di musica contemporanea, raggruppando due sodalizi di musicisti tirolesi e altoatesini. Un esperimento che si ricollega in chiave contemporanea ad una tradizione, quella della musica per strumenti a fiato, che in Tirolo ha una grandissima importanza.
L‘ensemble è regolarmente presente nei maggiori festival di musica contemporanea in Italia e in Austria e si è esibita in molti festival in tutta Europa dando voce per la prima volta anche a partiture di compositori locali. Oltre 80 compositori hanno dedicato nuove composizioni all’ensemble: questi e numerosi altri hanno contribuito a creare per il complesso un repertorio cameristico fra i più rappresentativi della nuova musica, non solo italiana e austriaca.
A luglio del 2014 è stato invitato come Ensemble in residence al Bejing International Composition Workshop, Cina. Dal 2018 gode della residenza artistica al Festival di Musica Contemporanea di Bolzano grazie alla sua dedizione e alla competenza nell’esecuzione di partiture non di rado complesse, che richiedono un’ampia esperienza della musica nuova.
Nel 2017 Windkraft ha ottenuto dal Land Tirol il “Premio della Musica Contemporanea” che viene assegnato ogni 2 anni a persone che si sono distinte per il loro lavoro nel campo della musica contemporanea. Windkraft è sostenuta dalla Provincia Autonoma di Bolzano ed il Land Tirol.

Mezzosoprano
Maria Eleonora Caminada

Maria Eleonora Caminada approfondisce il repertorio operistico di tradizione con Giovanni Botta e quello contemporaneo con Alda Caiello. Fra i ruoli interpretati, Dorabella in Così fan tutte di Mozart, Clorinda ne La Cenerentola di Rossini (per l’inaugurazione della stagione 2022 del Teatro Coccia di Novara, direttore Antonino Fogliani), Fanny ne La cambiale di matrimonio di Rossini, Didone in Dido & Aeneas di Purcell, Natalia in Una domanda di matrimonio di Luciano Chailly, Serpina ne La serva padrona di Pergolesi, Bastiana in Bastiano e Bastiana di Mozart, Amore in Orfeo ed Euridice di Gluck.
È protagonista dell’opera Else di Federico Gardella (direttore Tito Ceccherini, Ensemble Risognanze), data in prima assoluta al Teatro Poliziano per il Cantiere Internazionale di Montepulciano 2021 e al Teatro Ariosto di Reggio Emilia. È di nuovo protagonista nel 2022, per il Cantiere Internazionale di Montepulciano, dell’opera L’ombra di un meriggio lontano di Virginia Guastella, in prossima ripresa a Bologna. È inoltre l’unica voce cantante (“moltiplicata” nei diversi ruoli) dell’“opera virtuale” Il silenzio e il canto di Alessandro Solbiati.
Lavora a contatto con noti compositori contemporanei ed è frequentemente chiamata per cantare in prime esecuzioni assolute. Fra le più recenti, Matrem Magnificat, nel ruolo solista (per soprano solo, coro e orchestra), scritta da Giorgio Colombo Taccani. Ha affiancato inoltre, nelle loro masterclass di composizione, Stefano Gervasoni per il Livorno Music Festival e Alessandro Solbiati per il Festival Pontino.
Fra i classici della modernità da lei interpretati vi sono Pierrot Lunaire di A. Schoenberg, Histoire du soldat di I. Stravinskij, Folk Songs e Laborintus II di L. Berio, Apparition di G. Crumb (con la pianista Maria Grazia Bellocchio) e il virtuosistico Flans per voce e ensemble di F. Donatoni (in prima italiana con Divertimento Ensemble).
È la voce solista della colonna sonora del nuovo cortometraggio del regista Matteo Garrone prodotto da Dior. È laureata in architettura presso il Politecnico di Milano.

Direttore
Stefano Ferrario

Stefano Ferrario è violino di spalla (Konzertmeister) dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e direttore d’orchestra. Si è diplomato in Direzione d'Orchestra presso l'Accademia Musicale di Pescara sotto la guida del Maestro Donato Renzetti. Ha poi conseguito il diploma postgraduate in Direzione presso l’Università Musicale Katarina Gurska di Madrid, dove è stato selezionato dal Maestro George Pehlivanian ed ammesso nella sua classe. Nel 2018 ha vinto il concorso per la direzione artistica e musicale dell'orchestra giovanile dell'Alto Adige, accettandone l'incarico per 4 anni.
Ha diretto l’orchestra sinfonica di Bari, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento nel progetto “Curon” con musiche di Arvo Paert nell’ambito della stagione Oper.a 20.21 al Teatro di Trento e al Festival Drodesera, nel Requiem di Michael Haydn con il Coro Filarmonico Trentino per il concerto inaugurale del 47° Festival di musica sacra di Trento, in numerosi concerti sia nell’ambito di stagioni concertistiche che nei progetti “Haydn Educational” dedicati alle scuole. Si è esibito come direttore alla guida dell’Orchestra sinfonica giovanile Alto Adige, “I Virtuosi italiani” e l’Ensemble “Windkraft”, l’Orchestra dell’Accademia di Pescara, l’Orchestra da Camera “Colibrì Ensemble” di Pescara (di cui è stato anche promotore, curando tutti i progetti della prima stagione concertistica), la Kammerorchester Bozen, l'orchestra Senza Spine di Bologna, l’Orchestra dell’Associazione musicale “Giovani all’opera” di Roma dirigendo la “Boheme” di Puccini, l’Orchestra della Fondazione Katarina Gurska di Madrid e diversi ensembles da camera. Nel maggio 2017 è stato Direttore preparatore della Futurorchestra di Milano, appartenente al Sistema Lombardia delle orchestre giovanili, mutuato dal “El Sistema”Abreu del Venezuela. È stato direttore in residence della “Residenza per compositori” organizzata dal Conservatorio di Bolzano, dirigendo i due concerti finali e ha diretto l’orchestra dei conservatori di Udine e Bolzano a Udine e al Festival di musica contemporanea di Bolzano. È stato invitato a dirigere l’Orchestra sinfonica della Bolivia e l’Arpeggione Kammerorchester di Hohenems (Austria).

Info e Biglietteria

BIGLIETTERIA

dal 1 settembre 2022
Piazzetta Ottolini n. 9
Ufficio de I Virtuosi Italiani

Solo su prenotazione:
+39 045 8006411 – +39 392 7178741

[email protected] 

presso il Teatro Ristori o San Pietro in Monastero
dalle 18.00 nei giorni dei concerti serali
dalle 15.30 nei giorni dei concerti pomeridiani

BIGLIETTO SINGOLO CONCERTI S. PIETRO IN MONASTERO

Intero  20 €                   Ridotto  15 €               Under 30  10 €

L’organizzazione e la vendita dei biglietti è gestita direttamente da I Virtuosi Italiani Impresa Sociale S.r.l.

mercoledì, 14 Settembre 2022 H 20:00mercoledì, 14 Settembre 2022 H 20:00mercoledì, 14 Settembre 2022 H 20:00

Prossimi Eventi

Tutto
Danza
Per le Famiglie
Jazz
domenica
22
Gen 2023
H 17:00
Il piccolo spazzacamino

Un allestimento del Teatro Comunale di Modena fra i più coinvolgenti per i bambini e i ragazzi.

venerdì
27
Gen 2023
H 20:00
Quartetto per la fine del tempo

Il Nuovo Balletto di Toscana al Teatro Ristori in occasione del Giorno della Memoria.

sabato
04
Feb 2023
H 20:00
Calling Bach

Una nuova produzione MM Contemporary Dance Company per il Teatro Ristori con musica dal vivo.

domenica
05
Feb 2023
H 17:00
Il libro di tutte le cose

Uno spettacolo per un piccolo grande romanzo di formazione.

Acquista l’Abbonamento

Biglietteria del Teatro

Via Teatro Ristori, 7
37122 Verona VR
+39 045 693 0001
[email protected]
Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00
e dalle 16:00 alle 19:00

BoxOffice

Via Pallone, 16
37121 Verona VR
+39 045 8011154
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00
Sabato dalle 9.30 alle 12.30

Per le Aziende

Affitta il Teatro Ristori per i tuoi eventi
Diventa Sponsor e assicurati una poltrona per ogni spettacolo

Ricevi gli aggiornamenti e le promozioni
del Teatro Ristori

  • Stagioni
  • Per Aziende
  • Box Office
  • X