Fiabe in musica

Ci vogliono brio e grazia per spiegare la musica classica ai ragazzi: questo programma riunisce in una sola volta le due più celebri favole musicali: il Pierino e il Lupo di Prokof’ev, fiaba musicale scritta per divertire piccoli e grandi, ma nello stesso tempo per introdurre tutti alle magie della “tavolozza orchestrale” e il Carnevale degli animali di Saint-Saëns, originale fantasia zoologica dove il mondo animale prende forma attraverso una musica in grado di comunicare con straordinaria immediatezza caratteri, immagini, sensazioni. Pierino e il Lupo, tra le opere più conosciute al mondo, riesce ad arrivare allo spettatore grazie alla incredibile chiarezza compositiva di Prokof’ev, un ascolto che da oltre cent’anni affascina adulti e bambini. Ogni personaggio della fiaba – impersonato musicalmente da uno strumento o da un gruppo di strumenti – è introdotto da un narratore.

Il Carnevale degli animali è una composizione molto sofisticata e ironica dove, ad esempio, tra gli animali descritti il compositore ne mette anche alcuni che non si vedono negli zoo (un brano si chiama “acquario”), altri sono i “pianisti” mentre studiano, altri ancora i “fossili”, cioè le musiche e i compositori che si ascoltano troppo e che quindi non hanno più vita… tra questi Saint-Saëns include anche sé stesso!”

Info Spettacolo

venerdì, 10 Novembre 2023 H 20:00
Teatro Ristori

Programma evento

C. Saint-Saens
Le carnaval des anìmaux

S. Prokofiev
Pierino e il Lupo, OP. 67 favola sinfonica per voce narrante e orchestra

Artisti e Compagnia

I Virtuosi Italiani

Direttore Leonardo Benini

Un podio altissimo. Un direttore d’orchestra in controluce. La musica plasmata dalle sue mani. Non so quante volte, da bambino, ho guardato il film Disney Fantasia. Molte evidentemente: si tratta di uno dei primissimi ricordi legati alla musica. Ricordo ancora il fascino e l’incanto suscitati da quelle immagini. Un’ammirazione che non si ferma davanti allo schermo: è da qui che inizia il mio cammino nel mondo della musica.

Muovo i primi passi nella musica orchestrale al Conservatorio F.A. Bonporti di Trento. È qui che studio clarinetto e mi diplomo con il massimo dei voti e la lode nel 2014, sotto la guida del M° Mauro Pedron. Sono studi preziosi che mi permettono di vivere la dimensione e le dinamiche della musica d’assieme. Ugualmente prezioso in questa fase è il canto corale. Ricordo bene il mio primo requiem di Mozart: cantavo da tenore nel coro del Conservatorio di Verona e dirigeva il M° Mario Lanaro, il primo a mostrarmi la cura e la dedizione necessarie per fare musica con amore.

Una svolta nel mio percorso è l’incontro con la composizione. Sempre al Conservatorio di Trento seguo la classe del M° Massimo Priori. Qui imparo a vedere la musica da una prospettiva completamente diversa e apprendo gli strumenti necessari ad arrivare dritti al cuore delle note. È un periodo di crescita fondamentale. Alla fine del percorso accademico ottengo il Diploma superiore di primo livello con il massimo dei voti e la lode, presentando Fabbrica Interiore, un’opera originale da camera per due solisti, coro ed ensemble strumentale.

Dalla Composizione alla Direzione d’orchestra il passo è quasi naturale. Frequento masterclass e corsi intensivi con Maestri da cui imparo tantissimo: da Mario Lanaro a Giancarlo Andretta, da Isaac Karabtchevsky a Julian Lombana, da Sergio Bernal a Fabrizio Dorsi e Maurizio Barbacini. Nel 2017, poi, vengo ammesso al Master en Direction d’Orchestre Specialisée nella classe del M° Laurent Gay alla Haute École de Musique di Ginevra. Il Diploma in Direzione d’Orchestra arriva così in Svizzera, nel giugno del 2019, con l’esecuzione della Quinta Sinfonia di Mendelssohn. È un concerto speciale, il punto di arrivo di vent’anni di formazione musicale. Mentre dirigo rivedo le prime lezioni da bambino alla Casa della Musica e i viaggi in treno ogni settimana verso il Conservatorio, rivedo i Maestri che mi hanno guidato e i tanti musicisti con cui ho avuto la fortuna di suonare. Emozioni che lasciano il segno.

Nel frattempo non manca nel mio percorso l’emozione dei primi concerti come direttore con l’orchestra de La Via dei Concerti, l’Orchestra Machiavelli, la Next Generation Orchestra. Arrivano anche i primi assaggi di Opera come assistente alla direzione del M° Sebastiano Rolli presso la Nouvelle Opéra de Fribourg e l’Opéra de Dijon. Per me sono esperienze importanti perché dietro ciascuna ci sono mesi di studio e preparazione, ci sono momenti di condivisione con altri musicisti, ci sono gli applausi del pubblico, ma soprattutto, c’è la gioia di fare musica con gli altri e per gli altri.

Musicattore Luigi Maio

Musicattore®  per sua scherzosa definizione (divenuta ora marchio registrato) è attore, compositore, cantante, regista e scenografo. Per la sua poliedricità, che gli consente sul palco di amalgamare parole, note e gestualità in un unico agire scenico, Maio è riconosciuto quale innovatore del "Teatro da Camera" - per cui ha ricevuto l'ambito "Premio dei Critici di Teatro 2004/2005" - nonché originale codificatore del "Teatro Sinfonico"©, facendo di entrambi i generi una vera e propria tendenza tra i giovanissimi. Dal Teatro alla Scala di Milano al Teatro Sociale di Brescia, dal Carlo Felice di Genova alla Pergola di Firenze, dal Piccolo di Milano all'Argentina di Roma, collaborando con I Solisti della Scala o con l'Orchestra del Regio di Parma, col Gruppo Strumentale Hyperion o con la Roma Sinfonietta, accanto a solisti e direttori di fama internazionale come Marcello Panni, Donato Renzetti, Bruno Canino, Mario Ancillotti, Francesco D'Orazio, Mario Brunello, Michele Mariotti ed altri ancora, ospite in trasmissioni come Uno Mattina e Striscia la Notizia, Maio ha vinto anche il "Premio Arte e Cultura Ettore Petrolini" quale più originale interprete del grande comico romano, ricevendo l'importante riconoscimento dall'UNICEF - di cui è ora Testimonial - per aver avvicinato al Teatro e alla Musica 'colta' persino i bimbi di tre anni!

Ha debuttato con grande successo al Teatro Duse di Genova (e in seguito alla Scuola di Musica di Fiesole) con la personale fantasia dantesco/lisztiana "Inferno da Camera", non una semplice lettura dantesca, ma un'inedita «partitura drammatica» affidata ai camaleontismi vocali di Maio e premiata dal Centro Internazionale di Studi Italiani: il prof. Francesco Mosetti Casaretto ha così definito "Inferno da Camera" di Luigi Maio il «primo Dante in "3D"». Al Teatro alla Scala di Milano ha poi recitato e diretto la sua applaudita versione in rima di "Pierino e il Lupo" sulle note dell'Ensemble Strumentale Scaligero, chiudendo successivamente l'edizione milanese del Festival MiTo 2012 col suo esilarante "In viaggio con Rossini". Il 15 Aprile 2013, sempre alla Scala di Milano, insieme agli Strumentisti dell'Orchestra del Teatro alla Scala, ha riscosso un altro enorme successo con "L'Histoire du Soldat", suo cavallo di battaglia già inciso in CD per la rivista Amadeus affiancato dai Solisti della Scala.

Info e Biglietteria

BIGLIETTERIA 

Verona, Piazzetta Ottolini n. 9
Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 15.30 alle 18.00
Giovedì dalle 10.30 alle 13.00

oppure su prenotazione:
Mobile, WhatsApp, Telegram
+39 392 7178741  / +39 045 8006411
[email protected] 

presso il Teatro Ristori o San Pietro in Monastero
dalle 18.30 nei concerti serali
dalle 15.30 nei concerti pomeridiani

L’organizzazione e la vendita dei biglietti è gestita direttamente da I Virtuosi Italiani Impresa Sociale S.r.l.

venerdì, 10 Novembre 2023 H 20:00venerdì, 10 Novembre 2023 H 20:00venerdì, 10 Novembre 2023 H 20:00

Prossimi Eventi

Tutto
Danza
Per le Famiglie
Jazz
sabato
02
Mar 2024
H 20:30
Ripple & Through The Fracture of Light

Yue Yin dance company

venerdì
08
Mar 2024
H 20:30
Lili Elbe Show

Riva & Repele

domenica
10
Mar 2024
H 17:00
Il Piccolo Principe

produzione Atelier Elisabetta Garilli

domenica
17
Mar 2024
H 20:30
Piano solo

Sold out

Acquista l’Abbonamento

Biglietteria del Teatro

Via Teatro Ristori, 7
37122 Verona VR
+39 045 693 0001
[email protected]
Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00
e dalle 16:00 alle 19:00

BoxOffice

Via Pallone, 16
37121 Verona VR
+39 045 8011154
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00
Sabato dalle 9.30 alle 12.30

Per le Aziende

Affitta il Teatro Ristori per i tuoi eventi
Diventa Sponsor e assicurati una poltrona per ogni spettacolo

Ricevi gli aggiornamenti e le promozioni
del Teatro Ristori

  • Stagioni
  • Per Aziende
  • Box Office
  • X