Orchestra Filarmonica di Berlino

LUCERNE_FESTIVAL_SOMMER_2011_EROEFNUNGS_KONZ_10082011_09

Orchestra Filarmonica di Berlino

IN DIRETTA SATELLITE

AL TEATRO RISTORI  DI  VERONA

ESCLUSIVA ITALIANA

Domenica 19 maggio 2013 alle 19.30 Claudio Abbado dirige l’Orchestra Filarmonica di Berlino in diretta live via satellite. Esclusiva italiana.

Il Teatro Ristori ha realizzato per il secondo anno un accordo direttamente con la celebre Orchestra per ricevere le trasmissioni live dei propri concerti.

con Deborah York soprano, Stella Doufexis mezzosoprano

Il programma comprende Sogno di una  notte di mezz’estate  op. 61 di F. Mendelsshon-Bartholdy
  e  Symphonie fantastique di H. Berlioz
.

 

Quando, una volta all’anno, Claudio Abbado torna a Berlino, ama sperimentare qualcosa di nuovo, in combinazione con opere su cui ha già lavorato in passato con l’orchestra. E’ il caso di questo concerto che prevede la Symphonie Fantastique di Hector Berlioz e la musica di scena di Felix Mendelssohn per Sogno di una notte di mezza estate. La giustapposizione di Berlioz e Mendelssohn é un esperimento affascinante, che mette in risalto il tardo romanticismo musicale. I due compositori si incontrarono per la prima volta a Roma nel 1832.

Berlioz ammirava profondamente Mendelssohn, che dal canto suo trovava difficile rapportarsi con il carattere espansivo di Berlioz, “questo entusiasmo così evidente, questa disperazione quando viene presentato alle dame, questa ingegnosità in caratteri gotici”.

E la Symphonie Fantastique lo isolò ulteriormente. In particolare, nel Sabbath delle streghe finale, Mendelssohn vide “completa follia, passione innaturale… meri grugniti, urla, grida qui e là”.

La musica di Mendelssohn per Sogno di una notte di mezza estate, nella quale mise coerentemente in musica il materiale teatrale shakespeariano, mostra il suo ideale di composizione romantica. L’ouverture, del 1862 – un colpo di genio del compositore allora diciassettenne – cattura l’atmosfera e il sapore fatato del mondo magico su cui regna la coppia reale, formata da Oberon e Titania.

Nel 1843, Mendelssohn aggiunse 12 pezzi musicali, commissionati dal Re di Prussia Friedrich Wilhelm IV per una performance del Sogno di una notte di mezza estate che si tenne al Neues Palais di Potsdam. Il risultato fu una raccolta di pezzi strumentali, vocali e melodrammatici, tra i quali la Marcia Nuziale é probabilmente il più famoso.

Inoltre, nello stesso anno i due compositori si incontrarono ancora una volta, quando Berlioz diresse la Symponie Fantastique a Lipsia. Dopo un iniziale momento di freddezza, iniziarono gradualmente a comprendersi a vicenda, fino al punto – altamente simbolico – in cui si scambiarono le bacchette come ricordo reciproco.

(da: Berliner Philharmoniker Press Room – trad. Elibet Berlin)

 

Durata: 2 ore 30 min. circa

Biglietti:
Intero: 15 euro / Ridotto: 12 euro
Prevendita online e presso i punti vendita del circuito geticket.
Presso la biglietteria del Teatro, un’ora prima dello spettacolo.

Anche nei punti vendita a Verona come Fnac, Box Office, Teatro Filarmonico, Biglietteria dell’Arena, Verona per l’Arena; filiali Unicredit, e numerosi altri punti vendita indicati nel sito web del Teatro.



X