Metropolitan Opera New York – Un ballo in maschera

MET_un_ball_FI

Metropolitan Opera New York – Un ballo in maschera


Martedì 11 Dicembre 2012 alle 20 al Teatro Ristori di Verona (045-693.0000 www.teatroristori.org) si potrà ascoltare e vedere su grande schermo  dal Metropolitan Opera New York l’opera Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi.

Un cast d’eccellenza, dove nel ruolo del Re Marcelo Álvarez  ci offre una delle sue interpretazioni più raffinate e drammatiche al Met; Dmitri Hvorostovsky, secondo il New York Times, interpreta mirabilmente il dolore dell’uomo tradito nel ruolo di  Anckarström e Sondra Radvanovsky trionfa con la sua splendida voce nel personaggio di Amelia. La stampa ha descritto la  regia di David Alden come una nuova e fresca interpretazione di una delle opere essenziali del repertorio.

 

di Giuseppe Verdi

con Marcelo Álvarez, Sondra Radvanovsky, Dmitri Hvorostovsky

direttore Fabio Luisi

regia David Alden

Durata: 3 ore 54 min.

www.metoperafamily.org

 

Presso il palazzo reale di Stoccolma, i cortigiani attendono l’udienza con re Gustavo III. Tra essi, vi è un gruppo di cospiratori guidato dai conti Horn e Ribbing. IL re è segretamente innamorato Amelia, moglie del conte Anckarström, suo segretario e amico, che lo  mette in guardia il re da una congiura ordita contro di lui. Gustavo sembra incurante dell’avvertimento ma decide di fare visita dell’indovina Ulrica Arvidsson, sotto mentite spoglie per porle la questione. L’indovina riceve Amelia che confessa il tormento per l’amore nei confronti del re, Gustavo è nascosto e sente tutto decide che quella notte la seguirà. L’indovina professa al re che morirà per mano di un amico, colui che per primo gli stringerà la mano. Quando sopraggiunge Anckarström, Gustavo gli stringe la mano affermando che l’oracolo è stato smentito poiché Anckarström è il suo più fedele amico. La sera Gustavo che aveva seguito Amelia le confessa l’amore alla donna che ricambia costretta a nascondersi subito dietro un velo per il sopraggiungere inaspettato di Anckarström, venuto ad avvertire il re che gli assassini sono vicini. Gustavo fa promettere ad Anckarström di scortare la donna in città, senza mai sollevare il velo, e si dà alla fuga. Quando Amelia capisce che il marito è disposto a battersi piuttosto che infrangere la promessa fatta a Gustavo, si scopre il volto ; i cospiratori si prendono gioco di Anckarström per l’imbarazzante situazione. Anckarström, turbato dal tradimento minaccia di morte Amelia, ma poi organizza egli stesso una congiura contro il re durante il ballo in maschera, Amelia decide di avvertire il re. Gustavo decide di rinunciare al suo amore e di mandare Amelia e Anckarström in Finlandia, riceve l’avvertimento di Amelia ma rifiuta di lasciarsi intimidire e si dirige alla festa. Nella sala da ballo, Anckarström cerca di scopre quale costume indossi il re mentre Amelia e il re si incontrano e lei lo mette nuovamente in guardia. Rifiutando di andarsene, egli rinnova la sua dichiarazione d’amore e le dice che la manderà lontano, assieme al marito. Mentre i due innamorati si salutano per l’ultima volta, Anckarström spara al re. In fin di vita, Gustavo perdona il suo assassino e ammette il suo amore per Amelia, ma rassicura Anckarström sull’innocenza della moglie. La folla elogia la bontà e la magnanimità del re.

 

GUARDA IL VIDEO

 

Biglietti:
Intero: 15 euro / Ridotto: 12 euro
Prevendita online e presso i punti vendita del circuito geticket.
Presso la biglietteria del Teatro, la sera dello spettacolo, a partire dalle ore 20.00.

Anche nei punti vendita a Verona come Fnac, Box Office, Teatro Filarmonico, Biglietteria dell’Arena, Verona per l’Arena;  filiali Unicredit, e numerosi altri punti vendita indicati nel sito web del Teatro.



X