Ottobre, 2017

24Ott(Ott 24)20:30La Storia nell'Arte - ALBERTO MARIO BANTINuova borghesia tra eros e libertà - a partire da “Nella serra” di Édouard Manet20:30 Genere:Educational,La storia nell'arte,Per tutte le età,Stagione 2017-2018-gratuito con ritiro inviti

Ora

(Martedì) 20:30

Dettagli

 

ALBERTO MARIO BANTI

Nuova borghesia tra eros e libertà – a partire da “Nella serra” di Édouard Manet

 

Una donna siede su una panchina in una serra, con lo sguardo assorto; un uomo appoggiato allo schienale si volge verso di lei, senza tuttavia incontrare i suoi occhi… Chi sono? Che cosa fanno? Guardando i quadri dell’Ottocento francese con l’occhio dello storico, si svela appieno il modo in cui le élite sociali e culturali concepiscono i rapporti di genere, l’amore, la sessualità, le classi sociali…: ci sono d’aiuto l’ambientazione, la descrizione del vestire, gli atteggiamenti mirabilmente colti dall’artista. 

 

Alberto Mario Banti insegna Storia Contemporanea all’Università di Pisa.

 

 


LA STORIA NELL’ARTE

Troppo spesso, presi esclusivamente dal valore estetico delle opere d’arte, trascuriamo il fatto che queste sono state create per raccontare un evento, un clima, un’atmosfera. In questo senso risultano essere, evidentemente, una fonte storica fondamentale.
Col titolo “La Storia nell’Arte” L’Accademia Cignaroli e Scuola Brenzoni di Pittura e Scultura, nell’ambito delle attività culturali rivolte alla città, con il sostegno di Fondazione Cariverona e in collaborazione con il Teatro Ristori, propone – per la prima volta a Verona – un ciclo di lezioni originali ideato da Editori Laterza. Ne saranno protagonisti quattro  tra i migliori storici italiani, tutti in grado di presentare al meglio, sia sotto il profilo scientifico che sotto quello della capacità espressiva e della divulgazione, argomenti di grande fascino e suggestione.
L’orizzonte cronologico in cui si muoveranno i relatori è quello della storia degli ultimi due secoli, con particolare rilievo sull’Italia, ma, come è ovvio, in un panorama europeo. Il tutto senza timori riverenziali, fuori da ogni approccio specialistico e sempre inserendo il lavoro preso in considerazione nei suoi mille contesti: quello culturale ma anche quello politico, quello economico, quello sociale e quello simbolico; per poi utilizzarla – l’opera d’arte – come chiave interpretativa per una esplorazione dei fatti che di certo si avventurerà in più casi in territori emozionanti e sconosciuti. Una lettura inedita che conta sul fascino che la grande arte esercita sul pubblico e, insieme, una straordinaria occasione per lo storico di ‘far vedere’ ciò di cui parla.
Alla fine – questo è l’obbiettivo – i relatori arriveranno a delineare un’epoca e un’idea ben precise; e si dimostrerà che il linguaggio usato dall’arte è forse il migliore per raccontare i grandi scenari storici, per descrivere i protagonisti dei movimenti culturali e politici, per leggere le trasformazioni sociali e religiose, per interpretare i fatti del lontano passato e i cambiamenti della storia contemporanea.
Le “Lezioni di Storia” Laterza approdano dunque a Verona proponendo un formato che ha ottenuto incredibili riscontri di pubblico a Roma, Firenze, Milano, Trieste, Trento, Napoli, Bari, Genova, Torino, Londra, Dublino…

 

Ingresso gratuito con ritiro degli inviti disponibili, fino ad esaurimento, presso la Biglietteria del Teatro Ristori, in via Teatro Ristori 7, nei seguenti orari: martedì, giovedì, venerdì dalle 17 alle 19.30; mercoledì dalle 10 alle 12.30.
Nelle serate degli eventi la Biglietteria resterà aperta fino alle 20.30.

 

 


foto © Mario Boccia

Organizzatore

Teatro Ristori

Biglietti online

-

Info prezzi, abbonamenti e riduzioni

gratuito con ritiro inviti
X