Balletto del Teatro della Scala

l_altra_meta_del_cielo_LOW

Balletto del Teatro della Scala


Il balletto L’altra metà del cielo è un viaggio nell’universo femminile nel quale vengono descritte tre tipologie di “donna”; tre figure diverse vengono rappresentate in quattro momenti della loro vita: l’adolescenza, la maturità, la crescita e l’abbandono.
I tre personaggi femminili, Albachiara, Silvia e Susanna attraverso le quattro trasformazioni acquisteranno nomi diversi che ne determineranno carattere e destino e saranno rappresentate da canzoni diverse: Albachiara da Anima fragile, Silvia da Brava e Susanna da Gabri. Nella terza parte Albachiara da Incredibile romantica, Silvia da Brava Giulia e Susanna da Delusa.
Alla fine, Albachiara diventerà Jenny (è pazza) che si ritira nel silenzio e nel sonno, tradita dai suoi sogni e dalle sue illusioni, stanca della vita e offesa dalla realtà; Silvia diventerà Laura che aspetta un figlio per Natale e si realizza come donna e madre nella famiglia. Susanna diventerà Sally; una donna consapevole e sola, orgogliosa e delusa ma sempre indomita.
Lo spettacolo termina con la canzone Un senso in cui entrano in scena le tre donne e tutto il corpo di ballo.

 

Coreografia

Martha Clarke

Musica

Vasco Rossi

Assistente alla drammaturgia

Stefano Salvati

Direttore del corpo di ballo

Makhar Vaziev



X